Omar Sívori: differenze tra le versioni

m
Bot: apostrofo dopo l'articolo indeterminativo e modifiche minori
(vedi discuss.)
m (Bot: apostrofo dopo l'articolo indeterminativo e modifiche minori)
|Aggiornato =
}}
 
{{Bio
|Nome = Enrique Omar
|titolo=Il carattere rissoso di Sívori
|dim-testo= 90%
|contenuto={{quote|Stravedevo per la cattiveria e la scaltrezza di Sivori: non si faceva mai picchiare da nessuno. Anzi, al massimo succedeva il contrario|[[Marcello Lippi]]}}Personaggio alquanto inquieto e rissoso, Sívori non esitava a scatenare risse e fare fallacci: in 12 anni di carriera in Italia ha scontato 33 giornate di squalifica <ref name=Stampa>{{cita news|autore=|url=http://www.archiviolastampa.it/component/option,com_lastampa/task,search/mod,libera/action,viewer/Itemid,3/page,4/articleid,1301_02_1990_0062_0028_189534|titolo=Breve il mondiale felice di Sivori, inventore del football impossibile|pubblicazione=[[La Stampa|La Stampa Sera]]|data=6 marzo 1990|accesso=15 ottobre 2013|lingua=|formato=}}</ref>. In un 'occasione, con la maglia della [[Juventus Football Club|Juventus]], stava per scagliarsi su un avversario, ma fu fermato da [[John Charles]] che gli mollò uno schiaffone <ref name=Stampa/>. Il 25 marzo [[1962]], nella gara tra bianconeri e [[Unione Calcio Sampdoria|Sampdoria]], all'80° minuto, aggredì l'arbitro Grignani, ritenendo ingiusta la sua espulsione, venendo punito con 6 giornate di squalifica <ref name=Stampa/><ref>{{cita news|autore=Paolo Bertoldi|url=http://www.archiviolastampa.it/component/option,com_lastampa/task,search/mod,libera/action,viewer/Itemid,3/page,5/articleid,1566_02_1962_0073A_0005_23507138/|titolo=A dieci minuti dal termine l'inizio dei movimentati incidenti|pubblicazione=[[La Stampa]]|data=26 marzo 1962|accesso=15 ottobre 2013|lingua=|formato=}}</ref>. Nel [[1967]], quando militava al [[Società Sportiva Calcio Napoli|Napoli]], si infortunò a un ginocchio e giocò poche gare. Infuriato, inveì contro l'allenatore [[Bruno Pesaola|Pesaola]]. Fu punito con un milione di lire di multa <ref name=SDC>{{cita web|url=http://www.storiedicalcio.altervista.org/sivori_napoli.html|titolo=Sivori:fuga da Napoli|accesso=15 ottobre 2013}}</ref>. Il 1° dicembre [[1968]], dopo aver steso lo juventino Favalli fu espulso e punito con 6 giornate di squalifica<ref name=SDC/>.}}
 
La squadra vinse la [[Primera División Argentina]] nel 1955, titolo confermato quando il River batté il [[Boca Juniors]] 2-1 alla [[Estadio Alberto J. Armando|Bombonera]]<ref>[http://www.rsssf.com/tablesa/arg55.html RSSSF.com]</ref>. Nella stessa stagione il club vinse la ''Copa Río de La Plata'' battendo il [[Club Nacional de Football|Nacional]]. La stagione successiva la squadra vinse il campionato argentino all'ultima giornata battendo il [[Rosario Central]] per 4-0, con Sívori che realizzò l'ultima rete<ref>[http://www.rsssf.com/tablesa/arg56.html RSSSF.com]</ref>. Avrebbe giocato l'ultima partita con la maglia del River contro lo stesso club il 5 maggio [[1957]].
3 379 460

contributi