Differenze tra le versioni di "Elettroforesi"

m
Bot: Rimuovo template:Censbio (v. PdC)
m (Bot: Rimuovo template:Censbio (v. PdC))
Il primo dispositivo per svolgere l'elettroforesi fu realizzato nel [[1937]] dal [[biochimico]] svedese [[Arne Tiselius]].<ref>{{Cita|Russell|p. 163}}</ref><ref name=cd1950>{{en}} [http://corrosion-doctors.org/History/mid-twentieth.htm Mid Twentieth Century Electrochemistry]</ref>
 
Grazie alle sue ricerche sull'elettroforesi delle [[proteine]], Arne Tiselius vinse il [[Premio Nobel per la chimica]] nel [[1948]].<ref name=cd1950/><ref>{{en}} [http://www.nobelprize.org/nobel_prizes/chemistry/laureates/1948/tiselius-bio.html The Nobel Prize in Chemistry 1948 - Arne Tiselius]</ref><ref name=cd1950/>
 
== Mobilità elettroforetica ==
La mobilità delle molecole nel gel varia secondo alcuni parametri: le dimensioni delle molecole, le cariche, natura e concentrazione del mezzo elettroforetico, la conformazione delle molecole, la tensione applicata.
 
La ''mobilità elettroforetica'', grandezza che esprime la tendenza di una specie chimica a muoversi all'interno di un campo elettrico applicato, può essere ricavata sfruttando l'equazione di Henry:
 
:<math> U_e = \frac{2\cdot \varepsilon\cdot \zeta\cdot f(ka)}{3 \cdot\eta }</math>
{{Processi di separazione}}
{{Portale|biologia|chimica|elettrochimica|fisica}}
{{censbio}} <!--Template di servizio del Progetto Bio - Si prega di non cancellare!-->
 
[[Categoria:Elettroforesi]]
3 038 982

contributi