Differenze tra le versioni di "Sperimentazione animale"

m
(ripristino fonti cancellate; ripristino versione e contenuti supportati dalle fonti primarie; ripristino modifiche non contestate in discussione. perifrasi al posto di sinonimo, per quanto legittimo. integrare demauro col tmp appropriato da fonte cartacea)
Le [[locuzione|locuzioni]] ''sperimentazione animale'', ''ricerca animale'' e ''ricerca [[In vivo|in vivo]]'' hanno lo stesso significato e sono usate in ambito scientifico per indicare l'ampio insieme degli esperimenti condotti con l'ausilio di modelli animali.
 
Il termine ''vivisezione'' viene impiegato con lo stesso significato impiegato in [[lingua italiana|italiano]] e altre lingue<ref>Encyclopædia Britannica Online, [http://www.britannica.com/EBchecked/topic/631461/vivisection vivisection]. Anche: [[Encyclopedia Americana]]: Vivisezione: il termine si applica ad ogni tipo di sperimentazione sugli animali, che questi vengano sezionati o no. (Cit. in: Croce Pietro, ''Vivisezione o scienza'', Calderini, 2000, pag. 11). Dizionario De Mauro (ed. Paravia): Vivisezione: Dissezione anatomica di animali vivi effettuata a scopo di studio e sperimentazione | estens., qualunque tipo di sperimentazione effettuata su animali di laboratorio che induca alterazioni a livello anatomico o funzionale, come l’esposizione a radiazioni, l’inoculazione di sostanze chimiche, di gas, ecc. Dizionario Treccani.it: Vivisezione: Termine che, secondo un’accezione restrittiva, aderente all’etimo, designa ogni atto operatorio su animali vivi, svegli o in anestesia totale o parziale, privo di finalità terapeutiche ma tendente a promuovere, attraverso il metodo sperimentale, lo sviluppo delle scienze biologiche, o a integrare l’attività didattica o l’addestramento a particolari tecniche chirurgiche, o, più raramente, a fornire responsi diagnostici. Con sign. più ampio, il termine viene riferito – almeno ai fini dell’interpretazione giuridica ed etica – a tutte quelle modalità di sperimentazione, non necessariamente cruente, che inducano lesioni o alterazioni anatomiche e funzionali (ed eventualmente la morte) negli animali di laboratorio (generalmente mammiferi), come ustioni, inoculazione di sostanze chimiche, esposizione a gas tossici o ad alte energie (radiante, elettrica, di altra natura), soffocamento, annegamento, traumi varî.</ref> come [[sineddoche]] per indicare lo stesso insieme di esperimenti su animali. Tale equivalenza semantica è tuttavia contestata<ref>[http://www.prometeusmagazine.org/wordpress/2013/08/27/lanimalismo-e-la-liberta-di-parola/ L'animalismo e la libertà di parola]</ref> in ragione del fatto che, generalmente ma non esclusivamente,<ref>{{Cita libro |titolo = La questione animale |autore = Stefano Cagno |curatore = [[Luigi Lombardi Vallauri]] |url = https://www.giuffre.it/58382/INDICE_632121.pdf |opera = Trattato di biodiritto |editore = [[Giuffrè Editore]] |anno = 2012 |volume = VI |capitolo = 16, Antivisezionismo scientifico |pp = 219-232 |ISBN = 9788814164484 |accesso = 04-12-2013 }}</ref> il termine vivisezione si riferisce in ambito specialistico ai soli esperimenti compiuti attraverso operazioni di [[dissezione]] praticate su animali (mammiferi, uccelli, rettili, anfibi, pesci) vivi e spesso [[Stato di coscienza|coscienti]].
 
== Cenni storici ==