Plotina: differenze tra le versioni

154 byte aggiunti ,  8 anni fa
nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
Nel [[105]] Traiano la onorò col titolo di ''Augusta'' dopo averlo seguito durante le spedizioni per la [[conquista della Dacia]]; Plotina protesse il futuro imperatore [[Publio Elio Traiano Adriano|Adriano]] che, rimasto orfano del padre all'età di dieci anni, entrò sotto la tutela di Traiano. Adriano fu il favorito di Plotina, che si dice abbia convinto Traiano a sceglierlo come erede.
 
Plotina morì nel [[121]], e fu in seguito divinizzata da Adriano, che, oltre ad associarne il culto nel [[Tempio di Traiano]], eresse una [[basilica]] in suo onore a ''Nemausus''. Fu famosa per il suo interesse nella filosofia (aderì all'[[epicureismo]]<ref>Simon Hornblower and Anthony Spawforth-E.A. (edd.), Oxford Classical Dictionary, Oxford University Press, 2003, p. 1214.</ref>, che contribuì a rilanciare), per la sua virtù, dignità e semplicità. Con la sua influenza diede all'impero tassazioni più eque, maggiore educazione, assistenza per i poveri e maggiore tolleranza nella società.
 
==Note==
<references/>
== Bibliografia ==
* [http://www.roman-emperors.org/trajan.htm Benario, Herbert, "Trajan (A.D. 98-117)", ''De Imperatoribus Romanis'']
44 436

contributi