Differenze tra le versioni di "Pierrot"

Il personaggio fu portato in [[Francia]], dove entrò a far parte dei repertori delle Compagnie francesi con il nome di Pierrot grazie all'apporto di [[Giuseppe Geratoni]] che per primo lo introdusse nel [[1673]]; ma il primo grande Pierrot fu ancora un italiano, [[Fabio Antonio Sticotti]] ([[1676]]-[[1741]]). In seguito il personaggio fu perfezionato dal figlio [[Antonio-Jean Sticotti]] ([[1715]]?-[[1772]]) che lo esportò anche in [[Germania]].
 
Gli Sticotti reinventarono e diedero nuova vita a questo personaggio adattandolo al gusto dei francesi e poi del pubblico delle corti europee. Nella versione francese Pierrot perse le caratteristiche di astuzia e doppiezza proprie dello Zanni per diventare il [[mimo]] triste innamorato della [[luna]], quello che compare con il nome di '''Gilles''' nel celebre quadro di [[Antoine Watteau]].
[[File:Paul Legrand by Charles-Michel Geoffroy.jpg|thumb|lrft|230px|Il Pierrot [[Paul Legrand]], [[mimo]] dell'[[XIX secolo|Ottocento]].]]
 
38 925

contributi