Sisto Scilligo: differenze tra le versioni

nessun oggetto della modifica
(Nuova pagina: {{Sportivo |Nome = Sisto Michele Scilligo |Sesso = M |CodiceNazione = {{ITA}} |Disciplina = Pattuglia militare |Specialità = |Squadre = |Vittorie = |Palmares = {{Palm...)
 
Nessun oggetto della modifica
|Palmares =
{{Palmarès
|competizione 1 = [[Giochi olimpici invernali|Olimpiadi]]<ref name=sport>Sport dimostrativo</ref>
|oro 1 = 1
|argento 1 = 0
|Disciplina2 = Sci nordico
|Specialità2 = [[sci di fondo 18 km]], [[staffetta 4 x 10 km]]
|TermineCarriera2 = 1941
}}
{{Bio
|GiornoMeseNascita =
|AnnoNascita = 1911
|LuogoMorte = Sondalo
|GiornoMeseMorte =
|AnnoMorte = 1992
|FineIncipit = è stato uno [[Pattuglia militare|sciatore di pattuglia militare]], e [[Sci nordico|sciatore nordico]] [[italia]]no
|Categorie = no
}}
 
== Biografia ==
Sisto Michele Scilligo apparteneva alla Scuola Militare di Alpinismo, l'odierno Centro Addestramento Alpino.
=== Pattuglia militare ===
 
Sisto Michele Scilligo prese parte ai [[IV Giochi olimpici invernali]] di {{OI|pattuglia militare|1936}}, dove fece parte della [[Nazionale italiana di pattuglia militare|squadra italiana]] di [[pattuglia militare]], disciplina progenitrice del [[biathlon]]. Il [[Comitato olimpico internazionale]] aveva rifiutato l'ammissione di questa gara nel programma olimpico, ma - su espresso desiderio di [[Adolf Hitler]], la pattuglia militare venne comunque certificata come [[sport dimostrativo]]. Nel [[1936]] la squadra italiana, composta oltre che da Scilligo anche da [[Enrico Silvestri]], [[Luigi Perenni]] e [[Stefano Sertorelli]], vinse la medaglia d'oro con il tempo di 2:28,35.0, precedendo la [[Finlandia]] (2:28,49.0) e la [[Svezia]] 2:35,24.0).
== Carriera ==
Sisto Michele Scilligo prese parte ai [[IV Giochi olimpici invernali]] di {{OI|pattuglia militare|1936}}, dove fece parte della [[Nazionale italiana di pattuglia militare|squadra italiana]] di [[pattuglia militare]], disciplina progenitrice del [[biathlon]]. Il [[Comitato olimpico internazionale]] aveva rifiutato l'ammissione di questa gara nel programma olimpico, ma -, su espresso desiderio di [[Adolf Hitler]], la pattuglia militare venne comunque certificata come [[sport dimostrativo]]. Nel [[1936]] la squadra italiana, composta oltre che da Scilligo anche da [[Enrico Silvestri]], [[Luigi Perenni]] e [[Stefano Sertorelli]], vinse la medaglia d'oro con il tempo di 2:28,35.0, precedendo la [[Finlandia]] (2:28,49.0) e la [[Svezia]] 2:35,24.0).
 
Inoltre vinse una medaglia d'argento ai campionati italiani nello sci di fondo sulla distanza dei 18 km e si piazzò 5° con la staffetta 4 x 10 km (con Federico De Zulian, Andrea Veurich e Severino Menardi) ai campionati mondiali di sci nordico nel 1933.
792

contributi