Differenze tra le versioni di "Babone Naldi"

m
Bot: Specificità dei wikilink; modifiche estetiche
m (Bot: Specificità dei wikilink)
m (Bot: Specificità dei wikilink; modifiche estetiche)
}}
 
== Biografia ==
 
Filiberto Babone Naldi detto anche Babbone da [[Brisighella]] o Babone, Babino Naldo, fu un [[capitano di ventura]] di una certa rilevanza nell'epopea mercenaria del [[Medioevo italiano]]. Figlio di Paolo di Geremia era nato nel [[1474]] ed era nipote dei celebri Dionigi, Vincenzo e Carlino Naldi pure soldati avventurieri, anche i fratelli Giovanni, [[Guido Naldi|Guido]] e Ottaviano militarono per Venezia.
[[ImmagineFile:Chiesacarmine.jpg|thumb|200 px|Padova. Basilica del Carmine, luogo di sepoltura del condottiero Babone Naldi]]
I Naldi erano un'antica famiglia originaria dell'[[Ungheria]] che si stabilì nella [[Romagna]]. Le prime notizie documentate della casata risalgono a [[996]], quando [[Ottone III]], imperatore del [[Sacro Romano Impero]], investì un certo Babone col nipote Chino del castello fortificato in [[Valle del [[Senio]] a riconoscimento della fedeltà in valorose imprese guerresche.
 
Nella sua carriera militare Babone Naldi militò sempre fedelmente, con valore e capacità, per [[Venezia]], contribuendo modestamente alla politica d'espansione territoriale di questa: nel [[1510]] fu all'[[assedio di Verona]], nel [[1511]] alla difesa di [[Treviso]] e nel [[1512]] a quella di [[Brescia]] ove fu ferito alla faccia.
Morì nell'aprile del [[1544]] a [[Padova]], secondo altri storici invece in combattimento ferito da una palla di piombo al petto, e fu sepolto nella [[Basilica del Carmine (Padova)|Basilica del Carmine]], ove fu ricordato con una statua in una nicchia sopra la porta maggiore d'entrata, "di tutt'arme vestita", e una sottostante lapide marmorea che ricorda le sue imprese militari.
 
== Bibliografia ==
* Francesco Consolini e Antonio Metelli, ''Cronaca contemporanea di Brisighella dall'anno 1850 all'anno 1883'', pubblicato da C. Civelli, 1884.
* Fondazione Giorgio Cini onlus, ''"Incontro di studio dedicato a Dionigi e Vincenzo Naldi XVI secolo",'' Venezia, 12 novembre 2005.
* [[Marin Sanudo]], ''I Diari 1496-1533'', tomo 28.
* Gianpaolo Zeni, ''Al servizio dei Lodron. La storia di sei secoli di intensi rapporti tra le comunità di Magasa e Valvestino e la nobile famiglia trentina dei conti di Lodrone'', Biblioteca comunale di Magasa, Bagnolo Mella 2007.
 
== Voci correlate ==
* [[Operazioni in Valvestino (1510-1517)]]
 
== Collegamenti esterni ==
* [http://www.condottieridiventura.it/condottieri/n/1211%20%20%20%20%20%20BABONE%20NALDI.htm Biografia di Babone Naldi]
 
494 573

contributi