Apri il menu principale

Modifiche

 
== Preparazione e organizzazione ==
{{vedi anche|Campagna del Nordafrica|Secondo fronte}}
Nella seconda metà del 1941 [[Winston Churchill]] aveva deciso di intensificare l'impegno bellico nel [[Mar Mediterraneo]] per provocare una rapido crollo dell'[[Italia]], la potenza più debole dell'[[Potenze dell'Asse|Asse]]; il Primo Ministro aveva pianificato insieme ai suoi generali un intervento dell'[[British Army|esercito britannico]] nel Nordafrica francese anche senza il consenso del [[Regime di Vichy]] per concorrere, in connessione con l'offensiva in preparazione in [[Libia]], [[operazione Crusader]], alla sconfitta dell'esercito italo-tedesco del generale [[Erwin Rommel]] e occupare l'intera costa nordafricana. I programmi dello Stato maggiore Imperiale prevedevano quindi un'[[operazione Acrobat]] che, dopo la riuscita dell'operazione Crusader, avrebbe dovuto portare l'armata britannica del generale [[Claude Auchinleck]] fino a [[Tripoli]], mentre il corpo di spedizione preparato in [[Gran Bretagna]] con due divisioni di fanteria e una divisione corazzata, avrebbe effettuato gli sbarchi in [[Algeria]] e [[Marocco]], la cosiddetta [[operazione Gymnast]]<ref>E. Bauer, ''Storia controversa della seconda guerra mondiale'', vol. III, pp. 286-287.</ref>.