Differenze tra le versioni di "Rappresentanza sindacale unitaria"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  6 anni fa
Errore grammaticale: "alle organizzazioni" al posto di "alle organizzazione"
(Errore grammaticale: "alle organizzazioni" al posto di "alle organizzazione")
 
Infatti l'articolo 19 dello [[Statuto dei Lavoratori]] riconosce il diritto di rappresentanza alle associazioni sindacali che risultino firmatarie di [[Contratto collettivo nazionale di lavoro|contratti collettivi di lavoro]] applicati nell'unità produttiva.
Il menzionato Statuto inizialmente riconosceva questo diritto anche alle organizzazioneorganizzazioni più rappresentative a livello nazionale, a prescindere dalla firma sindacale di accordi collettivi (nazionali o provinciali) e dalla loro applicabilità all'unità produttiva, norma interpretata a favore di [[CGIL]], [[CISL]] e [[UIL]]. Il cosiddetto monopolio della rappresentnaza fu abolito con un [[Referendum abrogativi del 1995 in Italia|referendum abrogativo nel 1995]], a seguito del quale fu promulgato il D.P.R. 28 luglio 1995, n. 312.
 
Il [[datore di lavoro]] ha la possibilità di escludere dalla rappresentanza determinate RSU attraverso la scelta di un contratto collettivo nazionale o territoriale non sottoscritto dai sindacati di riferimento, ovvero di non applicare nessun accordo, oppure di ammettere altre RSU, anche non rappresentate a livello nazionale o provinciale, sottoscrivendo con queste un accordo collettivo aziendale.
Utente anonimo