Discussione:Regola di contrasto dei colori: differenze tra le versioni

nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
==Traduzione==
A me pare che il difetto principale della voce (che ha qualcosa di maniacalmente pignolo, ma non sbagliato) sia di essere tradotta dal francese e perciò di fare esempi francesi(sarebbe meglio sostituirli con esempi italiani) ed usare la parola "partizionare" che nell'araldica italiana non ho mai sentito. C'è poi il piccolo particolare che lo stemma del Poitou-Charente disegnato non corrisponde affatto a quello blasonato: e solo il secondo è timbrato. A proposito: in araldica italiana uno stemma che non rispetti la regola di contrasto degli smalti è detto "timbrato": qui non se ne fa cenno. [[Utente:Lele giannoni|Lele giannoni]] ([[Discussioni utente:Lele giannoni|msg]]) 12:35, 29 gen 2014 (CET)
:Premesso che lo stemma inserito da qualche bello spirito era quello della gendarmeria del Poitou-Charente e non quello originale della regione (ora ripristinato), concordo sul fatto che la voce è alquanto ''franco-centrica''. Vedremo di italianizzarla, con esempi nazionali. Circa il termine ''timbrato'' io lo ho sempre trovato solo come riferimento al ''timbro'' dello scudo, e non in questa accezione, per la quale ho solo trovato ''cucito'' (usato indifferentemente per i due casi di metallo-metallo e colore-colore) e, più raramente, ''saldato'' (usato per il solo caso di metallo-metallo). Se mi indiche un riferimento possiamo integrare sia la voce su wikipedia che quella sul wikizionario. --[[Utente:Massimop|Massimop]] ([[Discussioni utente:Massimop|msg]]) 15:33, 29 gen 2014 (CET)