Differenze tra le versioni di "Sviluppo piano di un poliedro"

m
nessun oggetto della modifica
(Stesura 1 senza figure)
 
m
Consideriamo un [[poliedro]] convesso e pensiamo la sua superficie come formata di cartoncino. Si dice '''sviluppo piano del poliedro''' ogni figura piana connessa ottenuta dalla sua superficie, che pensiamo formata con cartoncini incollati, tagliando un opportuno insieme dei suoi spigoli che renda possibile la distensione sul piano di quanto ottenuto.
 
Il termine ''sviluppo piano di un poliedro'' spesso viene accorciato in '''sviluppo di un poliedro'''; termine equivalente derivatodllderivato dall'inglese è '''net di un poliedro'''.
 
Ciascuno degli sviluppi N(P) di un poliedro P le cui facce consideriamo distinguibili, ovvero etichettate, corrisponde biunivocamente all'[[albero disteso]] costituito dagli spigoli sui quali si sono praticati i tagli (ciascuno di essi individuato dalle etichette delle due facce). Tale albero si dice '''albero dei tagli''' dello sviluppo N(P).
2 648

contributi