Differenze tra le versioni di "Domenico Ginnasi"

correggo
(correggo ed inserisco wikilink)
(correggo)
==Biografia==
Domenico Ginnasi fu eletto [[arcivescovo]] di [[Arcidiocesi di Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo|Manfredonia]] ([[1587]]-[[1600]]) nel [[concistoro]] del 14 gennaio [[1587]] tenuto in [[San Pietro in Vaticano]] da [[papa Sisto V]].
Precedentemente, alla fine del [[1585]] o inizi del [[1586]], lo stesso pontefice lo aveva nominato governatore della ''Campagna'', ossia del territorio corrispondente più o meno all'attuale [[provincia di Frosinone]], allora infestato dai briganti. A [[Manfredonia]] fondò nel [[1592]] il monastero di Santa Chiara e istituì il seminario arcivescovile, nel [[1598]] il Monte di Pietà, senza tralasciare di far abbellire la cattedrale. Rassegnò le dimissioni il 5 novembre [[1607]] a favore del nipote Annibale Serughi Ginnasi<ref>Paolo Grandi [http://www.castelbolognese.org/domenicoginnasi.htm Il Cardinale Domenico Ginnasi Faenza 1997]</ref>.
 
Fu [[nunzio apostolico]] in [[Spagna]]. Al suo ritorno in Italia, dopo la morte del fratello minore Achille, governatore del [[Contado Venassino]], fece erigere il monumento funebre in suo onore nella cattedrale di [[Carpentras]]<ref>{{it}}Traduzione dal latino del testo inciso sulla lapide apposta sul monumento funebre di Achille Ginnasi nella cattedrale di Carpentras: