Normativa elettrica: differenze tra le versioni

nessun oggetto della modifica
(Modificata secondo gli standard di wikipedia ed agiunto la sezione svizzera)
Nessun oggetto della modifica
All'elaborazione di norme aventi validità mondiale contribuiscono prevalentemente ISO e IEC. Entrambi lavorano a stretto contatto con l'oragnizzazione per il commercio mondiale WTO.
[[File:ISO english logo.svg|thumb|172x172px]]
* [[Organizzazione internazionale per la normazione|ISO]]: '''Organizzazione internazionale per la normalizzazione''' (''International Organization for Standardization), ''é un associazione mondiale e indipendente, é composto dai membri degli organismi nazionali di standardizzazione e normalizzazione ufficiali complessivamente di 162 Paesi del mondo. La sede principale é a ginevra. L'iso elabora l'intero spettro delle norme tecniche, ad eccezione del settore dell'elettrotecnica, che rientra nelle competenze dell'IEC. Questa organizzazione é stata fondata il 23 febbraio 1947
* [[IEC]]: '''Commissione elettrotecnica internazionale '''(''International Electrotechnical Commission'') Si tratta di un associazione analoga all'ISO molti dei suoi standard sono definiti in collaborazione con essa.L'IEC è un'organizzazione internazionale per la definizione di standard in materia di elettricità, elettronica e tecnologie correlate. Conta oltre 60 comitati elettrotecnici di altrettante nazioni. La sua sede principale si trova a Ginevra in Svizzera, é stata fondata nel 1906
[[File:CENELEC.svg|thumb|217x217px|in rosso : stati membri del CENELEC
in arancione : "affiliate members"
=== Normalizzazione europea ===
Le attività di normalizzazione a livello europeo si svolgono nell'ambito di tre organizzazioni normative:
* [[Comitato europeo di normazione|CEN]]: '''Comitato europeo di normazione '''din veste di organizzzione multisettoriale è un ente normativo che ha lo scopo di armonizzare e produrre norme tecniche (EN) in tutti i campi as eccezione di quello elettrotecnico e delle telecomunicazioni.Il CEN, fondato nel 1961, lavora in accordo alle politiche dell'Unione europea e dell'EFTA (Associazione europea di libero scambio). Il CEN ha sede a Bruxelles in Belgio ed é stato fondato il 30 Ottobre 1975.
* [[Comitato europeo di normazione elettrotecnica|CENELEC]]: '''Comitato europeo per la normalizzazione elettrotecnica.''' Il CENELEC è responsabile della normalizzazione europea nell'area dell'ingegneria elettrica. Beneficia della collaborazionedi specialisti provenienti dai principali stati europei.Il comitato ha sede a Bruxelles in Belgio ed è stato fondato nel 1973; prima di allora, due organizzazioni erano responsabili della normalizzazione elettrotecnica: il CENELCOM e il CENEL.
* [[European Telecommunications Standards Institute|ETSI]]: '''L'Istituto Europeo per gli Standard nelle Telecomunicazioni '''(''European Telecommunications Standards Institute'') L'ETSI emana standard nel campo delle telecomunicazioni in Europa validi su scala globale. Ad ottobre 2005 l'ETSI contava 688 membri (tra produttori, gestori di reti di telecomunicazioni, amministrazioni pubbliche, service provider, enti di ricerca ed utilizzatori) distribuiti in 55 paesi sia europei che extra-europei. Istituito nel 1988 dalla Conferenza Europea per le Poste e Telecomunicazioni (CEPT), l'ETSI ha sede a Sophia-Antipolis, in Francia.
 
=== Normalizzazione Italiana ===
 
In tempi più recenti questo principio è stato ripreso e sviluppato dalla [[Legge 46/90|Legge n. 46 del 5 marzo 1990]] Attualmente la legge 46/90 è stata abrogata insieme al Dpr 447 ed è sostituita dal DM 37 del 22 gennaio 2008. I punti salienti della legge sono:
[[File:Marchio IMQ.png|thumb|122x122px|[[Istituto Italiano del Marchio di Qualità]]]]
* la limitazione all'installazione e manutenzione degli impianti a soggetti abilitati, in possesso di requisiti tecnico-professionali riconosciuti;
* l'obbligo di rilascio della [[dichiarazione di conformità]] da parte dell'installatore;
* la protezione dell'utilizzatore da contatti diretti (il contatto con parti normalmente in tensione) e indiretti (parti metalliche che non dovrebbero essere in tensione, come le carcasse degli elettrodomestici);
* l'obbligo dell'impianto di [[messa a terra]];
* l'obbligo di installazione dell'[[interruttore differenziale]];[[File:Marchio IMQ.png|thumb|122x122px|[[Istituto Italiano del Marchio di Qualità]]]]
 
L'ente in Italia più conosciuto e famoso per certificare la conformità degli apparecchi elettrici e di laboratorio di prova nei settori elettrico, elettronico e gas con la normativa in vigore è l'[[Istituto Italiano del Marchio di Qualità]] (IMQ).
[[File:Swiss conformity mark SEV.JPG|thumb|328x328px]]
L'associazione svizzera di normazione (Schweizer Normenvereinigung, SNV) é l'organizzazione di normazione nazionale della Svizzera e gestisce circa 12000 documenti, dei quali solo una minima parte contiene norme svizzere (es. si può trattare di questioni elettroniche, norme sulle cucine, questioni di traffico ecc..) Le norme svizzere si annullano a favore di quelle internazional. Importanti istituzioni di normazione nel settore elettrotecnico, delle telecomunicazioni e dell' edilizia sono:
* [[SEV]]: Associazione svizzera per l'elettotecnica e la tecnica energetica e l'informatica. Nata a Berna nel 1889 da associazione privatistica, oggi organismo pubblico federale con sede a Zurigo
 
==== gerarchia delle leggi in svizzera ====
L’Assemblea federale della Confederazione Svizzera, in applicazione degli articoli 23, 26, 36, 64 e 64 bis della Costituzione federale; visto il messaggio del Consiglio federale del 5 giugno 1899 ha emanato la legge federale concernente gli impianti elettrici a corrente forte e a corrente debole (Legge sugli impianti elettrici, LIE)<ref group="legge sugli impianti elettrici">http://www.admin.ch/opc/it/classified-compilation/19020010/200808010000/734.0.pdf legge sugli impianti elettrici</ref>. Da queste legge riconducibile alla costituzione federale si basano le ordinanze :
* OICF : Ordinanza sugli impianti elettrici a corrente forte<ref group="ordinanze svizzere">http://www.admin.ch/opc/it/classified-compilation/19940082/201207010000/734.2.pdf OICF</ref>
* OLEI : Ordinanza sulle linee elettriche <ref group="ordinanze svizzere">http://www.admin.ch/opc/it/classified-compilation/19940083/201207010000/734.31.pdf OLEI</ref>
* OIBT : Ordinanza sugli Impianti bassa tensione <ref group="ordinanze svizzere">http://www.admin.ch/opc/it/classified-compilation/20012238/index.html OIBT</ref>
* OPBT Ordinanza sui prodotti elettrici a bassa tensione<ref group="ordinanze svizzere">http://www.admin.ch/opc/it/classified-compilation/19970141/index.html OPBT</ref>
* OCEM Ordinanza sulla compatibilità elettromagnetica<ref group="ordinanze svizzere">http://www.admin.ch/opc/it/classified-compilation/20083134/index.html OCEM</ref>
Le norme tecniche SN SEV 1000:2010 (NIBT norme impianti bassa tensione) si basa sulle sopracitate legge e ordinanze. Le NIBT sono edite da electro suisse SEV, la vecchia associazione svizzera degli elettrotecnici (ASE). Incaricato dell'elaborazione delle NIBT é il comitato elettrotecnico svizzero (CES) nella fattispecie il comitato tecnico 64 a sua volta composta da :
* AES: Associazione azziende elettriche svizzere
* USIE: Unione svizzera installatori elettricisti
* SUVA: Istituto nazionale svizzero assicurazione contro gli infortuni
* IFICF: ispettorato federale impianti a corrente forte
* VKF: Associazione delle assicurazioni cantonali contro il fuoco
* Industria (per esempio fabbricanti di interruttori e prese)
* Assicurazioni di immobili
==Settori di applicazione==
La disciplina elettrica si differenzia in diversi settori di applicazione principali:
 
== Note ==
<references group="legge sugli impianti elettrici" /><references group="ordinanze svizzere" />
 
== Bibliografia ==
* Electrosuisse, NIN Compact NIBT (2010) ISBN 3-905214-56-3
 
== Collegamenti Esterni ==
==Voci correlate==
*[http://www.ceiweb.it/ Comitato elettrotecnico italiano]
27

contributi