Differenze tra le versioni di "Elettromotrici AMT 11-22"

nessun oggetto della modifica
|Nome = AMT 11 ÷ 22
|Immagine = Genova metropolitana Brignole treno 14.JPG
|Didascalia = Elettrotreno n. 14 in sosta allaa [[Brignole (metropolitana di Genova)|stazione di Brignole]]
}}
{{Box treno/Dati costruzione
}}
{{Box treno/Dati
|Tipo_elemento = Elettrotreno
|Lunghezza = 24.500 mm
|Larghezza = 2.200 mm
 
== Storia ==
Il convoglio è nato come seconda fornitura di rotabili per il trasporto di viaggiatori sulla "metropolitana leggera" costruita all'inizio degli [[anni 1990|anni novanta]] a [[Genova]]. Il progetto venne elaborato congiuntamente da AnsaldoBreda e Firema e ha dato luogo alla fornitura di 12 elettromotrici doppie articolate con sistema Jacobs poggianti su 3 carrelli e inscindibili, costruite come semplice variante progettuale rispetto ai 12 analoghi convogli forniti alla allora costruenda "[[Linea Tranviaria Rapida]]" di [[Napoli]], divenuta poi [[Linea 6 (metropolitana di Napoli)|linea 6]] della metropolitana partenopea<ref>''Metropolitana 6 a Napoli'', iTreni n. 291 (marzo 2007), p.10</ref>. La costruzione avvenne tra il [[1990]] e il [[1995]]. Le elettromotrici hanno assunto la numerazione progressiva T.67.11-22.
 
== Caratteristiche ==
Il sistema frenante è di tipo elettrico combinato. La frenatura di emergenza a pattini elettromagnetici.
 
Il piano di calpestioincarrozzamento è posto a 850 mm rispetto al piano del ferro, un livello più in basso rispetto aal quello "normalizzato"valore di 1100 mm in uso nella maggior parte delle "metropolitane classiche".
 
==Note==
Utente anonimo