Śloka: differenze tra le versioni

123 byte aggiunti ,  8 anni fa
nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
Lo schloka è considerato un [[distico]]. Ogni [[emistichio]] di sedici sillabe può essere in forma normale (''pathyā'') o estesa (''vipulā''), come si può vedere nello schema riportato.
 
[[File:Emistichio di schloka.jpg|SchlokaBasato su Macdonell, Arthur A., A Sanskrit Grammar for Students, Appendix II, p. 232 (Oxford University Press, 3rd edition, 1927).]]
 
I semiversi Pathyā e Vipulā sono collocati nello schema in ordine di frequenza. In 2579 semiversi presi da [[Kālidāsa]], [[Magha]], [[Bhāravi]] e [[Bilhana]], ognuna delle quattro forme ammissibili di schloka ha una frequenza rispettivamente di 2289, 116, 89, 85 occorrenze<ref name=MacDonell/>.
419

contributi