Differenze tra le versioni di "Piega (geologia)"

m
fix ortografici
m (Annullate le modifiche di 95.242.163.100 (discussione), riportata alla versione precedente di Rotpunkt)
m (fix ortografici)
Etichetta: Nowiki inseriti da dispositivo mobile
In ambito [[Geologia|geologico]] viene definita '''piega''' una deformazione [[duttilità|duttile]] di [[roccia|masse rocciose]] [[Roccia sedimentaria#Stratificazione e principio di sovrapposizione|stratificate]], la cui [[giacitura]] originaria era orizzontale, in seguito a forze di [[Compressione (meccanica)|compressione]], ricollegabili all'[[orogenesi]], distribuite non omogeneamente entro la massa rocciosa tanto da aver determinato una deformazione, della serie rocciosa, plastica (ossia permanente) e continua (senza rotture).
 
Il [[geologo]] con il [[Rilevamentorilevamento geologico]], ovvero la cartografia degli affioramenti di roccia (caratteristiche [[Petrologia|litologiche]], geometria delle pieghe, faglie, ecc.), può stabilire la struttura tettonica in profondità e capire gli sforzi tettonici che hanno provocato la deformazione della roccia. Questo lavoro gli permette di disegnare in seguito [[sezione geologica|sezioni geologiche]], molto utili in caso di costruzione di opere di [[ingegneria civile]] sotterranee quali [[Tunnel|tunnel autostradali o ferroviari, gallerie]], [[Miniera sotterranea|miniere]], ecc.
 
== Elementi della piega ==
* il ''piano assiale'', ossia il piano sul quale giacciono tutti i punti di massima curvatura di tutte le superfici piegate, e pertanto rappresenta il piano di simmetria;
* il ''nucleo'', ossia la parte più interna, lungo la quale passa il piano assiale della piega;
* l<nowiki>' </nowiki>''asse'' della piega, ossia l'intersezione del piano assiale con una delle infinite superfici deformate della piega stessa e, come peraltro il piano assiale, può essere orizzontale o variamente inclinato fino alla posizione verticale;
* la ''[[vergenza]]'', ossia la direzione verso cui tende a coricarsi la piega;
* la ''linea di cresta'', la linea che congiunge i punti sulla sommità della curvatura. Quando il ''piano assiale'' è verticale, la linea di cresta coincide con l'asse della piega; quando invece il piano assiale è inclinato, la piega tende a rovesciarsi verso un punto dell'orizzonte (si dice, in questo caso, che la piega ha ''vergenza'' verso quest'ultimo punto).
 
Sull'asse orizzontale, la ''lunghezza'' di una singola piega raramente supera le decine di [[Chilometro|chilometri]]; quella di un sistema di pieghe, come nel caso di una [[catena montuosa]], può superare le centinaia di chilometri. Sul piano verticale e trasversale le dimensioni sono di norma inferiori di un ordine di grandezza, o ancora di più. <br>
La grandezza di una piega può essere molto variabile, da ''[[Millimetro|millimetrica]]'', alla scala dell<nowiki>' </nowiki>''[[affioramento roccioso|affioramento]]'', fino a pieghe ''di grandezza chilometrica o pluri-chilometrica'' nel caso di catene montuose. Anche l'esame dell'orientamento di pieghe di dimensioni ''decimetriche'' ("pieghe mesoscopiche"), permette di determinare il senso di trasporto delle masse rocciose<ref>[[Walter Alvarez]], "Fold distortion: a new indicator of tectonic transport direction", ''Geology'', 6: 657-660, 1980.</ref>.
 
== Classificazioni morfologiche ==
*** ''immerse'': pieghe in cui l'asse ha un'inclinazione negativa
 
** a seconda dell'angolo formato dai fianchi della piega (''interlimb angle''):
*** > 140° : piega ''blanda''
*** 140°-70° : piega ''aperta''