Apri il menu principale

Modifiche

m
Bot: Markup immagini (v. richiesta)
[[File:Atmosphere composition diagram.svg|thumb|300pxupright=1.4|Schematizzazione dei processi chimici e di trasporto legati alla composizione dell'atmosfera.]]
La '''chimica dell'atmosfera''' è una branca della [[scienza dell'atmosfera]] che studia la [[chimica]] dell'[[atmosfera]] terrestre e quella di altri pianeti. Si tratta di un campo di ricerca multidisciplinare che comprende [[chimica ambientale]], [[fisica]], [[meteorologia]], simulazione informatica, [[oceanografia]], [[geologia]], [[vulcanologia]] e altre discipline. La ricerca è crescentemente legata con altre aree di studio come la [[climatologia]].
 
== Storia ==
Gli antichi Greci ritenevano l'aria come uno dei quattro elementi, ma i primi studi scientifici sulla composizione atmosferica iniziarono nel XVIII secolo. Chimici come [[Joseph Priestley]], [[Antoine Lavoisier]] ed [[Henry Cavendish]] fecero le prime misurazioni della composizione dell'atmosfera.
[[File:Schönbein.jpg|thumb|right|Christian Friedrich Schönbein]]
Alla fine del XIX e all'inizio del XX secolo l'interesse si spostò verso la ricerca di costituenti con concentrazioni molto piccole. Una scoperta particolarmente importante per la chimica atmosferica fu la scoperta dell'[[ozono]] da parte di [[Christian Friedrich Schönbein]] nel 1840.
 
 
=== Osservazione ===
[[File:Mauna Loa.jpg|thumb|right|Sul vulcano Mauna Loa è presente un importante osservatorio]]Le osservazioni sono fondamentali in chimica atmosferica per migliorare la comprensione dei fenomeni. Osservazioni di routine riguardanti la composizione chimica ci comunicano dei cambiamenti di composizione atmosferica nel tempo. Un esempio importante di questo è la [[Keeling Curve]] - una serie di misurazioni dal [[1958]] a oggi che mostra una crescita costante della [[concentrazione]] di [[biossido di carbonio]].
 
Le osservazioni sono condotte in osservatori come quello sul vulcano [[Mauna Loa]] e su piattaforme volanti come il britannico [[Facility for Airborne Atmospheric Measurements]], su navi, o su mongolfiere. Le osservazioni sulla composizione atmosferica sono sempre più spesso compiute da [[satellite artificiale|satelliti artificiali]] dotati di strumentazione sofisticata come il [[European Remote-Sensing Satellite|GOME]] e il [[MOPITT]] che danno una panoramica globale dell'[[inquinamento atmosferico]] e della chimica. Le osservazioni di superficie hanno il vantaggio di fornire registrazioni di lungo periodo ad elevata risoluzione temporale ma sono limitate nello spazio verticale ed orizzontale da cui forniscono le osservazioni. Alcuni strumenti di superficie come il [[Lidar]] possono fornire profili di concentrazione di composti chimici ed aerosol ma sono ancora limitati nella regione orizzontale che possono coprire. Molte osservazioni sono disponibili on line negli [[Atmospheric Chemistry Observational Databases]].
2 583 174

contributi