Apri il menu principale

Modifiche

m
 
Con l'avvento di [[Napoleone Bonaparte]] nel [[1797]], durante la celebre [[Napoleone_Bonaparte#La_campagna_d.27Italia|Campagna d'Italia]] e dove nuovamente la valle fu interessata dallo scontro tra l'esercito austriaco e [[Francia|francese]], tutti i [[Feudi Imperiali]] furono soppressi e si giunse alla caduta del dominio genovese. I territori dell'ex repubblica furono inseriti nella neo costituita [[Repubblica Ligure]] del [[Primo Impero francese]] e alla sconfitta di Napoleone il [[Congresso di Vienna]] dichiarò l'annessione della Liguria nel [[Regno di Sardegna]] ([[1815]]). La popolazione di Campo Ligure, unico caso, fece istanza per l'annessione all'[[Impero austriaco]] che per ovvie ragioni politiche-territoriali non fu accolta.
[[File:Sacrario del Turchino 19 mag 2012 cippo.JPG|thumb|right|250px|Il cippo commemorativo del sacrario dei Martiri del Turchino.]]
 
La valle rientrò quindi nel [[1861]] nei territori del costituito [[Regno d'Italia (1861-1946)|Regno d'Italia]] seguendone le sorti. Con l'apertura nel [[1872]] della strada del [[passo del Turchino]] (l'odierna [[Strada statale 456 del Turchino]]) e della [[ferrovia Asti-Genova|ferrovia per Ovada]] nel [[1894]], l'economia della valle subì un forte incremento dei [[Commercio|commerci]] e lo sviluppo urbanistico dei principali centri del fondovalle.
2 584 795

contributi