Differenze tra le versioni di "Esperimento mentale"

 
Il concetto di esperimento concettuale è stato introdotto da [[Albert Einstein]], che se ne servì per illustrare la sua [[Teoria della relatività]]; ma anche alcuni [[paradosso|paradossi]] classici, come quello di [[paradosso di Achille e la tartaruga|Achille e la tartaruga]], si possono considerare esperimenti mentali. Anche alcuni ragionamenti di [[Galileo Galilei]] rientrano sotto questa categoria.
 
A titolo di esempio si descrive qui l'esperimento del treno, usato da Einstein per mostrare come, secondo la teoria della relatività, eventi che sono simultanei in un [[sistema di riferimento inerziale]] non lo sono in un altro. Un altro celebre esperimento concettuale applicato alla teoria della relatività è il cosiddetto [[paradosso dei gemelli]].
 
===Esempio===
 
A titolo di esempio, si descrive qui l'esperimento del treno, usato da Einstein per mostrare come, secondo la teoria della relatività, eventi che sono simultanei in un [[sistema di riferimento inerziale]] non lo sono in un altro. Un(un altro celebre esperimento concettuale applicato alla teoria della relatività è il cosiddetto [[paradosso dei gemelli]]).
 
Consideriamo un treno che viaggi alla velocità di {{TA|30 000 km/s}}, cioè un decimo della [[velocità della luce]]. Un osservatore si pone al centro di un vagone lungo 20 m, con due torce elettriche in mano; le punta verso le due estremità del vagone, una nella direzione del moto del treno e l'altra in direzione contraria, e le accende simultaneamente.
 
Utente anonimo