Gaio Quinto Bonoso: differenze tra le versioni

nessun oggetto della modifica
(Redirect a Bonoso)
 
Nessun oggetto della modifica
'''Gaio Quinto Bonoso''' (''[[floruit|fl.]]'' [[281]]) fu un [[usurpatore (impero romano)|usurpatore]] nelle province settentrionali contro l'imperatore [[Marco Aurelio Probo|Probo]].
#REDIRECT[[Bonoso]]
 
Nacque in [[Hispania]] da padre proveniente dalla [[Britannia Romana]] e madre [[Gallia|gallica]], perse il padre molto presto, ma la madre gli fornì una educazione sufficiente. Bonoso ebbe una carriera militare notevole e uno stato di servizio eccellente, fino al momento in cui, trovandosi sul confine del [[Reno]] con la ''[[classis germanica]]'', permise ai [[Germani]] di bruciare la flotta al suo comando.
 
Temendo le conseguenze di questa perdita, si fece acclamare imperatore (''c.'' [[281]]) a ''Colonia Agrippina'' ([[Colonia (Germania)|Colonia]]), [[Germania Inferior]], assieme a [[Tito Ilio Proculo]]. Probo reagì tentando di sopprimere la rivolta, ma vi riuscì solo dopo lungo tempo e a grande prezzo, quando Bonoso, sfiduciato, decise di impiccarsi.
 
Lasciò una moglie e due figli che furono trattati con onore da Probo.
 
[[Categoria:Usurpatori romani]]
[[Categoria:Generali romani]]
 
[[ca:Bonós]]
[[de:Bonosus]]
[[en:Bonosus (usurper)]]
[[fr:Bonosus]]
[[nl:Bonosus (usurpator)]]
[[pl:Bonosus]]
[[sr:Бонос]]