Differenze tra le versioni di "Presidente"

m (fixlink)
Le [[società per azioni]] e le aziende organizzate in modo analogo hanno un ''[[presidente del consiglio di amministrazione]]'' che, specie nelle società più piccole, può essere anche [[amministratore delegato|capo azienda]], sebbene sia ritenuta più opportuna la separazione tra i due ruoli. Negli ordinamenti che, sul modello tedesco, adottano il [[sistema dualistico]] di [[governo d'impresa]], scindendo il [[consiglio di amministrazione]] in due organi collegiali, il consiglio di sorveglianza e il consiglio di gestione, ciascuno di questi ha un proprio presidente e le due cariche devono essere ricoperte da persone diverse.
 
Nelle società statunitensi il presidente (''chairman'') del consiglio di amministrazione può essere diverso dal presidente (''president'') della società; quest'ultima carica può essere attribuita al ''[[chief executive officer]]'' (CEO), il [[amministratore delegato|capo azienda]], oppure, specie nelle società più grandi, ad un amministratoremanager direttamente subordinato al CEO, il ''[[chief operating officer]]'' (COO), figura assimilabile al [[direttore generale]] delle società italiane. Negli Stati Uniti, inoltre, è prassi attribuire la carica di [[Vicepresidente#Vicepresidente di società|vicepresidente]] (''vice president'') della società a manager subordinati al CEO; vi possono essere numerosi vicepresidenti e tra essi alcuni possono portare il titolo di ''senior vice president'' (SVP) o ''executive vice president'' (EVP) che denotano una posizione di preminenza (l'EVP anche rispetto al SVP).
 
In [[Giappone]] si distingue il ''shachō'' (社長), traducibile con presidente della società, dall'eventuale ''kaichō'' (会長), traducibile con presidente del consiglio di amministrazione: il primo è il capo azienda, il secondo è tradizionalmente un ''shachō'' ormai ritiratosi, talora il fondatore della società, che può mantenere una notevole influenza, pur senza poteri formali.