Differenze tra le versioni di "Americano rosso"

(→‎Note: Sabrina Ferilli era gia' apparsa in altri film italiani nella seconda meta' degli anni 80 ( Caramelle da uno sconosciuto, Il volpone, Night Club... ))
Mentre sconsolato pensa che squattrinato com'è non potrà andare in vacanza, ecco che incontra George Maniago un italo-americano che bussa all'agenzia matrimoniale, ormai chiusa per le vacanze estive, perché, ormai anziano, ma ricco, vuole una sposina delle sue parti, bella, pettoruta ma soprattutto illibata. Vittorio si offre di aiutarlo in cambio di una vacanza gratuita nella riviera veneta con soggiorno negli alberghi più "lussuriosi", come dice l'americano.
 
Viaggiando sulla lussuosa auto presa a nolo da George, Vittorio, servendosi delle schede sottratte all'agenzia, fa conoscere al ricco personaggio, che di mestiere in America fa l'estetista di defunti, improponibili aspiranti alle nozze: una ballerina del varietà, una matura vedova, una bella e sfacciata donna di mondo<ref>Zaira, interpretata da [[Sabrina Ferilli]] allain suauna primadelle esperienzasue cinematograficaprime esperienze cinematografiche.</ref>, una giovane contadina sordomuta.
 
L'americano, che non ha tempo da perdere poiché ha già prenotato per sé e la probabile moglie i biglietti di ritorno negli [[Stati Uniti]], rifiuta naturalmente le donne proposte, anche se belle come la spregiudicata Zaira, che il fascinoso Vittorio ha avuto modo di "saggiare" in sua assenza.
95 631

contributi