Pannonia (diocesi): differenze tra le versioni

Venne istituita nel 314 in seguito alle riforme provinciali di Diocleziano e Costantino. Faceva originariamente parte della [[Prefettura del pretorio d'Italia]], e in seguito entrò a far parte della [[prefettura del pretorio dell'Illirico]]. Dopo la divisione di quest'ultima nel 379, entrò a far parte di nuovo nella Prefettura d'Italia con la denominazione di ''Diocesi d' Illirico''.
 
Nel 437 [[Galla Placidia]] moglie dell'imperatore romano d'Occidente [[Costanzo III]], per ricompensare l''mperatore romano d'Oriente [[Teodosio II]], ove si era rifugiata dopo la morte del marito, per aver messo sul trono occidentale il figlio di lei Valentiniano III, cedette l'estremità orientale della Pannonia II (con le città di [[Sirmio]] e [[Bassiana]]) all'Impero romano d'Oriente.<ref>Morrison, p. 330.</ref> Il resto della Pannonia era stato ceduto agli [[Unni]] da Ezio in cambio dell'appoggio militare degli Unni all'Impero in Gallia. La Pannonia II divenne così la tredicesima provincia dell'Illirico orientale e [[Sirmio]] divenne per qualche tempo la capitale della prefettura dell'Illirico (orientale), ma venne ceduta da [[Teodosio II]] agli [[Unni]] in seguito alle vittoriose campagne balcaniche di [[Attila]] del [[441]]-[[442]].
 
Secondo altri studiosi, tuttavia, tutto l'Illirico occidentale sarebbe stato ceduto all'Impero d'Oriente. Essi citano come prova:<ref>McGeorge, pp. 34-37.</ref>
9 852

contributi