Differenze tra le versioni di "Plinto"

12 byte rimossi ,  6 anni fa
m
m (Bot: Markup immagini (v. richiesta))
Normalmente in corrispondenza dell'estradosso del plinto viene realizzata una risega di non più di 5 cm che serve per l'appoggio in piano delle casseforme del pilastro.
 
== Posa in opera ==
 
La quota di posa dei plinti deve essere tale da evitare gli strati superficiali di terreno più comprimibili, raggiungendo gli strati di terreno più compatti e profondi prescelti come portanti.<br />
Se gli strati superficiali del terreno risultano meccanicamente conformi, è sempre consigliabile evitare fondazioni troppo superficiali per le quali risulta nullo l'effetto incastro.<br />
Il plinto viene realizzato sopra un getto di calcestruzzo magro di sottofondazione, chiamato [[magrone]], generalmente privo di armatura metallica, tranne casi particolari, che determina la quota di posa del plinto.<br />
Il magrone si rende necessario innanzitutto perché il piano di appoggio sia compatto (quando ad es. con lo scavo eseguito a macchina il fondo dello stesso risultasse ancora smosso dopo la preparazione, poi per avere un piano livellato sul quale posare le armature metalliche e dal quale battere le quote.<br />
Comunque le armature non vengono direttamente posate sul calcestruzzo magro, ma sono tenute distanziate da questo mediante distanziatori in calcestruzzo prefabbricato o in plastica, ciò perché risultino avvolte bene dal calcestruzzo garantendo il giusto [[copriferro]].<br />
Il plinto viene realizzato all'interno di una [[cassaforma]] in legno o talvolta metallica, dove viene disposta l'armatura del plinto stesso e i ferri di ripresa verticali per il pilastro spesso sagomati a molletta.<br />
Posata l'armatura viene effettuato il getto di calcestruzzo. <br />
Nel caso di carichi rilevanti e pilastri ravvicinati, si potrebbero avere plinti molto vicini, in questo caso si può optare per la [[trave di fondazione]], o talvolta per la [[piastra di fondazione]], detta anche [[piastra di fondazione|platea]].
 
== Plinti di confine ==
{{W|architettura|novembre 2009}}
Il problema del plinto di confine sorge allorquando la struttura in elevazione prevede un pilastro al confine della proprietà, tale quindi che non risulti possibile, rimanendo nel suolo di pertinenza, realizzare un plinto centrato sotto il pilastro.<br />
Tale situazione, ove possibile, andrebbe evitata, prevedendo nel progetto della struttura di elevazione, un arretramento del pilastro di confine, raggiungendo il confine di proprietà con delle travi a sbalzo da detto pilastro.<br />
 
== Voci correlate ==
* [[Zoccolo (architettura)|Zoccolo]]
* [[Palo di fondazione]]
* [[Refluimento]]
2 961 002

contributi