Differenze tra le versioni di "Dorsale medio atlantica"

m
correzioni ortografiche
m (Bot: Fix dimensionamento immagini (v. richiesta))
m (correzioni ortografiche)
L'esistenza di una dorsale oceanica fu ipotizzata da [[Matthew Fontaine Maury]] nel 1850, ma la conferma avvenne durante la spedizione della nave ''Challenger'' nel 1872<ref>Hsü, Kenneth J. (1992) ''Challenger at Sea'', Princeton, Princeton University Press, page 57</ref> impegnata nella ricerca della localizzazione più adatta in vista del futuro posizionamento di un cavo telegrafico sottomarino.<ref>Redfern, R.; '''2001''': ''Origins, the Evolution of Continents, Oceans and Life'', [[University of Oklahoma]] Press, ISBN 1-84188-192-9, p. 26</ref> L'esistenza fu poi confermata da rilevazioni [[sonar]] nel 1925.<ref>Alexander Hellemans and Brian Bunch, 1989, ''Timeline of Science'', Sidgwick and Jackson, London</ref>
 
Negli [[Anni 1950|anni cinquanta]] la mappatura dei fondali oceanici condotta dal gruppo di [[Bruce C. Heezen|Bruce Heezen]] mostrò una inattesa [[batimetria]] delle valli e delle creste<ref>[[Maurice Ewing|Ewing, W.M.]]; Dorman, H.J.; Ericson, J.N. & [[Bruce Heezen|Heezen, B.C.]]; '''1953''': ''Exploration of the northwest Atlantic mid-ocean canyon'', Bulletin of the [[Geological Society of America]] '''64''', p. 865-868</ref> indicante che la vallata centrale era ancora [[sismologia|sismologicamente]] attiva eed [[epicentro]] di molti [[terremoti]].<ref>Heezen, B. C. & [[Marie Tharp|Tharp, M.]]; '''1954''': ''Physiographic diagram of the western North Atlantic'', Bulletin of the Geological Society of America '''65''', p. 1261</ref><ref>Hill, M.N. & Laughton, A.S.; '''1954''': ''Seismic Observations in the Eastern Atlantic, 1952'', Proceedings of the Royal Society of London, series A, mathematical & physical sciences '''222(1150)''', p. 348-356</ref> Fu rilevato che la dorsale faceva parte di un sistema di creste e avvallamenti oceanici lungo circa 40.000&nbsp;km.<ref>Edgar W. Spencer, 1977, ''Introduction to the Structure of the Earth'', 2nd edition, McGraw-Hill, Tokyo</ref>
 
Questa scoperta portò alla teoria dell'[[espansione del fondo marino]] e all'accettazione della teoria della [[deriva dei continenti]] di [[Alfred Lothar Wegener|Alfred Wegener]].
 
==Descrizione==
La dorsale medio- atlantica è una catena vulcanica sottomarina che si estende da sud del Polo Nord a lall'Isola Bouvet, che si trova nell'oceano Atlantico a una latitudine appena al di sotto del Sud Africa. La dorsale medio-atlantica, circa 10.000 km di lunghezza, è una conseguenza dell'attività vulcanica delle zone centrali della crosta oceanica atlantica. La crosta terrestre nel tempo ha subito delle fratture e a riparare queste fratture provvede la dorsale medio-atlantica. I vulcani sottomarini eruttano la lava che a contatto con l’acqua si solidifica depositandosi sul fondale marino facendolo innalzare ogni anno di circa 2,5 cm. Alcuni tratti della dorsale medio-atlantica sono così alti che s’innalzano al di sopra del livello del mare formando delle isole. Questi includono Jan Mayen nell'Oceano Artico, l'Islanda, le Azzorre, l’isola di San Pietro e degli isolotti a San Paolo, Isola dell'Ascensione, Tristan da Cunha (che è il punto più alto della dorsale medio-atlantica, Picco Queen Mary, 2 km sul livello del mare), Gough Island e Bouvet Island. Molte di queste isole sono abitate.
 
==Affioramenti==
22

contributi