Differenze tra le versioni di "Gommalacca"

nessun oggetto della modifica
m (Bot: Fix dimensionamento immagini (v. richiesta))
È stata usata dalla metà del [[XIX secolo]] per produrre piccoli oggetti come cornici, scatole, articoli da toeletta, gioielleria, calamai ed anche protesi dentarie.
 
È solubile in una [[soluzione (chimica)|soluzione]] [[alcalinità|alcalina]] con [[ammoniaca]], [[borace]], [[carbonato di sodio]], e [[idrossido di sodio]] e in altri solventi organici.
 
Una volta dissolta in [[acetone]] o [[Etanolo|alcool]], la gommalacca dà un rivestimento di durevolezza e durezza superiori. È usata con il metodo tradizionale per rifinire mobilia, violini e chitarre. La gommalacca arancione viene candeggiata con [[ipoclorito di sodio]] per formare la gommalacca bianca. Poiché è compatibile con la maggior parte degli altri rivestimenti, la gommalacca viene inoltre utilizzata su legno per impedire spurgo di resina o pigmenti nel rivestimento finale.
Utente anonimo