Inanna: differenze tra le versioni

160 byte rimossi ,  8 anni fa
E' infatti Ishtar ma forse le due voci andrebbero unite
(→‎Particolarità: link a nuova voce; segnalo notizia dubbia)
(E' infatti Ishtar ma forse le due voci andrebbero unite)
== Particolarità==
Bellissime sono le poesie d'amore scritte da Inanna e rivolte al proprio amore e promesso sposo Dumuzi. Ella dona agli abitanti di Uruk, la città di cui è protettrice, i [[Me (mitologia)|Me]] sottratti ad Enki con un inganno (lo fece ubriacare dopo averlo sedotto con la sua bellezza), in modo che gli uomini possano vivere in prosperità e benessere. Dopo la perdita del suo innamorato divenne una seduttrice di uomini e di Dei: nella saga di Gilgamesh, questi rifiuta le sue profferte di sesso, rinfacciandole che nessun uomo è rimasto vivo fino all'indomani mattina, dopo avere giaciuto con lei nella notte.
 
Era soprannominata dagli [[Accadi]] "Anunit" (o [[Annunitum]]), {{Chiarire|per il legame col dominio del prozio Anu}}, il padre degli dei e sovrano del cielo.
 
==La discesa di Inanna agli inferi==