Apri il menu principale

Modifiche

Il Seicento era il secolo del [[tercio]], la formazione a quadrato della fanteria di picchieri, protetti agli angoli da moschettieri. Lo schieramento bellico svedese sul campo rifletteva le convinzioni di Gustavo che fosse ormai il moschetto l'arma da privilegiare sul campo di battaglia in luogo della picca. Quest'ultima, tuttavia, la fece modificare, rendendola refrattaria al taglio delle spade nemiche, accorciandola e rivestendo in ferro parte del fusto di legno. Ad ogni modo, mantenne i picchieri nella misura di un terzo del totale degli effettivi, schierandoli sul campo al centro della compagnia, disposta usualmente su sei file di profondità, intercalate da moschettieri. Anche questi ultimi poterono tuttavia disporre di armi più leggere, che consentirono di fare a meno di grucce e cavalletti, e più funzionali, col passaggio dal meccanismo a miccia a quello a ruota. Inoltre i moschettieri furono addestrati a sparare in gruppo, piuttosto che singolarmente, coordinando le tre file in cui erano schierati affinché una sparasse mentre le altre ricaricavano. Per la cavalleria, il condottiero scandinavo si avvalse di corazzieri, che addestrò a caricare al galoppo, per squadroni in linea o a scacchiera, facendo uso di sciabole durante la carica e di pistole in mischia - mentre tutti gli altri usavano fare il contrario - e dragoni, che usava schierare sulle ali e dietro la linea di fanteria, frammischiandoli a squadre di moschettieri. Riformò anche l'artiglieria, riducendo a soli tre i calibri, per fruire con maggior facilità di munizioni, e disponendo così da bocche da fuoco d'assedio, con proiettili a palla, da campagna e reggimentali, che sparavano a mitraglia o a grappolo.
 
Pacificata la contesa con la [[Danimarca]], Gustavo Adolfo rivolse la sua attenzione ad oriente, dove il cugino [[Sigismondo III di Svezia|Sigismondo]], sovrano della [[Confederazione Polacco-Lituana]], stava combattendo i russi dello [[zar]] [[Michele di Russia]] in un conflitto nuovamente risalente al tempo di Carlo IX, la [[Guerra d'Ingria]]. Tra alterne vicende, la guerra di protrasse fino al [[1617]]: La pace venne siglata a [[Trattato di Stolbovo|Stolbova]], privò la [[Regno russo|Moscovia]] di uno sbocco sul Baltico e garantì il dominio svedese sino alle terre del [[lago Ladoga]].
 
=== La guerra con la Polonia ===