Differenze tra le versioni di "Degami"

166 byte aggiunti ,  6 anni fa
m
nessun oggetto della modifica
m
La casa editrice, che operò fino allo scoppio della seconda guerra mondiale, si avvalse della collaborazione di numerosi celebri artisti dell'epoca. Per citarne alcuni: [[Achille Luciano Mauzan]], Nanni (Giovanni Nanni), [[Edina Altara]], [[Vittorio Accornero|Max Ninon (Vittorio Accornero)]], Loris Riccio, Adolfo Busi, Tito Corbella, Castelli, Aurelio Bertiglia, A. Terzi, Bonora, Bentivoglio.
 
Le cartoline venivano prodotte in serie di quattro. I disegni solitamente erano tre e uno di questi veniva riprodotto specularmente con una colorazione leggermente diversa, per realizzare il quarto esemplare (a volte i disegni erano solo due e avveniva lo stesso processo di riproduzione speculare con colorazioni differenti, per arrivare a completare la serie di quattro). Sul retro di tutte le cartoline, sotto il logo Degami, c'era un numero di serie. Le illustrazioni variavano dalle scene romantiche e galanti a quelle con bambini. Spesso, le cartoline riportavano gli auguri per la Pasqua o per il Natale.
 
== Collegamenti esterni ==
88

contributi