Differenze tra le versioni di "Riflessione diffusa"

m (→‎Meccanismi di riflessione: Bot: Markup immagini (v. richiesta))
[[File:Lambert2 it.gif|thumb| Riflessione diffusa e [[Riflessione speculare|speculare]] da una superficie lucida, per esempio marmo bianco levigato.|300px]]
La '''riflessione diffusa''' della luce(o delle onde sonore) da parte di una superficie è una [[riflessione (fisica)|riflessione]] non speculare, in cui cioè un raggio di luce che incide sulla superficie non viene rimandato indietro ad un angolo determinato, ma viene diffuso su molte direzioni che possiamo descrivere come casuali. Un diffusore ideale (con riflettanza [[Legge di Lambert|lambertiana]]) riflette la luce omogeneamente in tutte le direzioni.
 
Un oggetto fatto da particelle che non assorbano la luce, come il gesso, o da fibre incolori, come la carta, o da un materiale policristallino, come il marmo di Carrara, riesce a riflettere indietro quasi tutta la luce che riceve, ma in maniera diffusa, non specularmente.
Utente anonimo