Apri il menu principale

Modifiche

Il rione nella Roma imperiale apparteneva alla VI Regione, Alta Sèmita, e questo era anche il nome della strada che attraversava la zona, corrispondente grossomodo all'attuale [[Via Venti Settembre (Roma)|Via XX Settembre]].
 
A quel tempo una cospicua area del futuro rione era malfamata e lugubre poiché qui era il ''Campus Sceleratus'', un vasto appezzamento di terra subito fuori [[Porta Collina]], compreso tra la Via XX Settembre e Piazza dell'Indipendenza, dove venivano sepolte vive le vestali che avevano disobbedito al voto di castità. Qui trovavano posto anche i Castra Praetoria, successivamente inglobati da [[Aureliano]] nelle sue mura. I Castra Praetoria erano le caserme della [[guardia pretoriana]] costituita da [[Tiberio Claudio Nerone|Tiberio]] tra il 21 ed il 23 d.C.. Più tardi, tra il 298 e il 306 d.C., nella zona tra [[Piazza della Repubblica (Roma)|Piazza della Repubblica]], piazza dei Cinquecento, via Volturno e via XX Settembre, furono costruite le immense [[Terme di Diocleziano]], i cui resti sono ancora oggi ben visibili in via Cernaia e piazza dei Cinquecento, per servire i popolosi quartieri del [[Quirinale (colle)|Quirinale]], [[Viminale (colle)|Viminale]] ed [[Esquilino]]. Le terme smisero definitivamente di funzionare nel 537 a causa deltagliodel taglio degli acquedotti avvenuto durante la [[guerra gotica]].
 
Nella zona est di Piazza dei Cinquecento era l'[[Aggere]] Serviano, situato nei pressi della scomparsa [[Porta Viminale]], i cui resti ancora giacciono dinanzi alla [[Stazione Termini]]. Nel rione erano altre due porte ora scomparse, [[Porta Collina]] e [[Porta Nomentana]], la prima appartenente al [[mura serviane|recinto serviano]] e la seconda a quello [[mura aureliane|aureliano]].
Utente anonimo