Apri il menu principale

Modifiche

nessun oggetto della modifica
 
Nifidiano, forse era fratello di [[Massimo di Efeso]] <ref>''Istoria della letteratura greca profana dalla sua origine ...etc.'', 1829, p.85 </ref> il quale era fortemente legato all'imperatore [[Giuliano]] che fece di Ninfidiano il suo traduttore e segretario <ref>''Op.cit. ibidem''</ref> per gli affari greci, benché egli fosse più adatto per le declamazioni e per le ''disputationes'' che per il disbrigo della corrispondenza diplomatica. [[Eunapio]] pensava che Ninfidiano fosse un valido [[sofista]] anche se non aveva studiato ad [[Atene]] (centro più reputato per quegli studi filosofici nel quale lo stesso Eunapio aveva studiato).
 
Sopravvisse alla morte del fratello Massimo e morì in età avanzata.
==Bibliografia==
*Eunapius, ''Vita Sophistae''
 
{{Portale|biografie}}
 
94 758

contributi