Differenze tra le versioni di "Giuseppina Strepponi"

m
[[Image:Giuseppina Strepponi-Verdi.jpg|thumb|left|Giuseppina Strepponi in un ritratto del [[1845]] circa con una partitura del ''[[Nabucco]]'' di Verdi]]
Poco dopo il suo ritorno in [[Italia]] nel [[1836]], Giuseppina Strepponi iniziò una relazione col tenore [[Napoleone Moriani]], che porterà poi alla nascita di due figli illegittimi. Moriani e la Strepponi fecero coppia fissa per qualche anno poi Giuseppina decise di legarsi a [[Bartolomeo Merelli]], impresario della [[Teatro alla Scala|Scala]], nei primi anni '40 dell'Ottocento.
La sua relazione con Merelli ebbe per risultato un altro figlio illegittimo che però non superò l'infanzia.<ref name=Riemens>{{Cita libro | cognome= Kutsch |nome= K. J. |coautori=Riemens, Leo | titolo=A concise biographical dictionary of singers: from the beginning of recorded sound to the present. Translated from German, expanded and annotated by Harry Earl Jones. |editore= Chilton Book Company | città=Philadelphia |anno=1969 | id=ISBN 0-8019-5516-5 | pagine=487pp}}</ref> Durante questi anni, nel [[1836]] cantò al [[La Fenice|Teatro La Fenice]] di [[Venezia]] nel ruolo di Ninetta ne ''[[La gazza ladra]]'' di [[Rossini]] , divenendo poi Elvira ne ''[[I puritani]]'' di [[Vincenzo Bellini|Bellini]] e la protagonista Angelina de ''[[La Cenerentola]]'' di Rossini.
L'anno successivo rappresentò nuovamente il ruolo di Elvira e poi quello di Eena nel ''[[Marino Faliero]]'' di Donizetti, divenendo per lui anche protagonista nella ''[[Lucia di Lammermoor]]'' che si tenne nel [[1838]] al [[Teatro Comunale di Bologna]] e poi a [[Roma]].
 
2 810 322

contributi