Kevin Love: differenze tra le versioni

1 365 byte aggiunti ,  7 anni fa
Selezionato dai [[Memphis Grizzlies]], è la quinta scelta del primo giro al draft svoltosi il 26 giugno 2008, subito dopo il suo compagno a [[UCLA]] [[Russell Westbrook]], andato invece agli [[Oklahoma City Thunder]]. Subito dopo il Draft, rientra in un maxi-scambio con i [[Minnesota Timberwolves]] che vede andare oltre a Love alla formazione dei laghi [[Mike Miller]], [[Brian Cardinal]], e [[Jason Collins]], mentre alla formazione del [[Tennessee]] [[O.J. Mayo]], fresca terza scelta al draft, [[Antoine Walker]], [[Marko Jarić]], e [[Greg Buckner]].
 
[[File:Kevin Love cropped.jpg|thumb|Love al suo primo anno|170px]]
====Stagione da rookie====
Svolge una buona Summer League in cui è il miglior rimbalzista in assoluto<ref>[http://www.nba.com/summerleague2008/statistics/index.jsp NBA.com : Summer League 2008<!-- Titolo generato automaticamente -->]</ref>. Nel suo debutto tra i professionisti è autore di 12 punti e 9 rimbalzi nella vittoria del TImberwolves contro i [[Sacramento Kings]] 98-96. Dopo aver perso 15 delle prime 19 partite, coach [[Randy Wittman]] viene esonerato, e la squadra passa in mano al Direttore Generale [[Kevin McHale]]. Questi da general manager aveva fortemente voluto che Love venisse coinvolto nella trade con i Grizzlies, ed entrò in stretto rapporto con il giocatore. Sotto McHale le prestazioni della squadra migliorarono così come furono molto buone quelle dell'ala-centro, che tenne una doppia-doppia di media. Con grande sorpresa di allenatori e compagni di squadra, non venne convocato per l'[[NBA Rookie Challenge]]. In seguito poi all'infortunio grave del pari ruolo [[Al Jefferson]], che tenne questo fuori per il resto della stagione da febbraio, Kevin Love incrementò il proprio minutaggio, e venne eletto Rookie del Mese di marzo 2009. [[File:Kevin Love cropped.jpg|thumb|Love al suo primo anno|170px]]
 
Termina la stagione nono nella classifica dei rimbalzisti, primo tra i rookie. Con 29 doppie-doppie, detiene un record in questa categoria per un Rookie a Minnesota, e il primato in stagione di questa specialità sempre tra gli esordienti. Finisce sesto nella classifica per l'[[NBA Rookie of the Year]] ed è membro del Secondo Quintetto dei Rookie.
 
====2009-2010====
A seguito di un infortunio al quarto metacarpo della mano sinistra il 16 ottobre in una gara di pre-season, scontrandosi fortuitamente contro il gomito del compagno di squadra [[Oleksij Pečerov]]. Rientra in dicembre, ed ha un impatto decisivo sulla sua squadra, che veniva da un record di 2 vittorie e 16 sconfitte. Da sophomore partecipa al Rookie Challenge, segnando 12 punti e collezionando 6 rimbalzi. Gioca quest'anno solo 60 partite, ma migliora praticamente tutte le sue statistiche: passa ad avere 11 rimbalzi, 14 punti, 2,3 assist e l'81,5% dalla linea del tiro libero.
 
[[File:Kevin Love.jpg|thumb|left|175px|Kevin Love con i [[Minnesota Timberwolves]] in palleggio]]
====2010-2011====
Il 13 novembre 2010, nella partita contro i [[New York Knicks]], mette a referto 31 punti e 31 rimbalzi (più 5 assist). Erano ben 28 anni che nessun giocatore realizzava una ''[[doppia doppia]]'' da 30+30: l'ultimo a riuscirci fu [[Moses Malone]] nel 1982.<ref>{{cita web|url=http://www.nba.com/games/20101112/NYKMIN/gameinfo.html?ls=gt2hp0021000125#nbaGIboxscore?ls=iref:nbahpt2|titolo=Knicks-Timberwolves notebook|accesso=13-11-2010|lingua=en|editore=nba.com|data=13-11-2010}}</ref> Il 4 febbraio 2011 viene scelto personalmente dal Commissioner [[NBA]] David Stern quale sostituto di [[Yao Ming]], gravemente infortunato, in vista dell'[[All Star Game]] 2011.
L'8 marzo 2011 eguaglia il primato NBA dell'era moderna (dopo la fusione tra [[NBA]] e [[American Basketball Association]] del 1976): con 23 punti e 17 rimbalzi messi a segno nella trasferta contro i [[Dallas Mavericks]] raggiunge la 51ª doppia-doppia consecutiva superando il precedente record detenuto sempre da [[Moses Malone]] e che resisteva dalla stagione 1978-79 (il primato assoluto è di [[Wilt Chamberlain]], arrivato a 247). La ''striscia'' termina con 53 doppie-doppie consecutive.
 
La stagione successiva parte in ritardo a causa del ''lock-out'', quindi le partite di regular season invece di essere le classiche 82 ne saranno 66. Kevin ne gioca 55 mettendo di media a referto 26 punti, 2 assist e 13,3 rimbalzi.
Il 25 Febbraio 2012 prende parte al [[NBA All-Star Weekend 2012|Three-Point Contest]] vincendolo. Alla gara prendevano parte anche [[Kevin Durant]] e [[James Jones]], battuti in finale, e [[Mario Chalmers]], [[Ryan Anderson]] e [[Anthony Morrow]], battuti al primo turno. Il giono successivo prende parte anche all'All-Star Game giocando 18 minuti e mettendo a referto 17 punti e 7 rimbalzi.
Nonostante le sue ottime prestazioni non riesce a portare la squadra alla ''post-season''.
 
L'anno dopo a causa di diversi infortuni riesce a giocare soltanto 18 gare con una media di 18,3 punti e 14 rimbalzi.
 
La stagione successiva inizia con ottime premesse per la franchigia del [[Minnesota]] che si è ottimamente rinforzata con buoni acquisti.
Il 16 Febbraio 2014 prende parte all'[[NBA All-Star Weekend 2014|All-Star Game]] di [[New Orleans]] partendo in quintetto base. A fine partita farà registrare 13 punti e 9 rimbalzi in 32 minuti giocati.
Love gioca un'ottima regular season riuscendo ad andare a referto di media con 26,1 punti, 12,5 rimbalzi e 4,4 assist in 36,3 minuti a partita.
 
===Nazionale===
Durante l'estate del 2009 è convocato per un mini-camp del [[Nazionale di pallacanestro USA|Team USA]] a Las Vegas. L'anno successivo è convocato da coach [[Mike Krzyzewski]] per i [[Campionato mondiale maschile di pallacanestro 2010|Mondiali di Basket 2010]] in [[Turchia]]. Gioca solo 4 partite
Utente anonimo