Giardini Vaticani: differenze tra le versioni

nessun oggetto della modifica
(LiveRC : Annullata la modifica di 193.54.150.221; ritorno alla versione di Bottuzzu)
Nessun oggetto della modifica
{{voce principale|Città del Vaticano}}
{{Parco
|nome =Giardini Vaticani
|note =
}}
 
[[File:Musei vaticani - giardini 01114.JPG|thumb|Veduta dai Musei Vaticani]]
I '''Giardini Vaticani''' occupano 0,23 (23 [[ettaro|ettari]]) dei 0,44 km² della [[Città del Vaticano]] e si estendono da sud a nord-ovest del piccolo [[stato]]. I [[Musei Vaticani]] li separano dalla zona nord, in cui risiedono le banche, il giornale e i Palazzi Apostolici dove abita il [[Papa|Pontefice]].
 
 
== Origini e sviluppo ==
 
I giardini sono il luogo di riposo e di meditazione del Romano Pontefice sin dal [[1279]], quando [[papa Niccolò III]] (Giovanni Gaetano Orsini, 1277-1280) riportò la residenza papale dal [[Laterano]] al [[Vaticano]]. All'interno delle nuove mura, che fece erigere a difesa della sua residenza, il Papa fece impiantare un [[frutteto]] (''pomerium''), un [[prato]] ([[pratellum]]) e un vero e proprio [[giardino]] (''viridarium''); questo primo nucleo sorse nei pressi del colle di Sant'Egidio, dove oggi si trova il [[Palazzetto del Belvedere]] ed i Cortili dei Musei Vaticani.
 
La cultura, l'arte e la filosofia rinascimentale influenzano i giardini non solo attraverso l'architettura stessa, ma anche con la costruzione di fontane, statue e tempietti.
 
== Elementi architettoniciDescrizione ==
 
Molte sono le testimonianze storico-artistiche rinvenibili nei giardini: dagli stessi giardini sono ancora visibili, ad esempio, le antiche [[Mura leonine]] in due tratti: quello più antico vicino alla [[Palazzina della Zecca]], in prossimità della Fontana del Sacramento (detta anche delle Torri) e l'altro tratto, restaurato da [[papa Niccolò V|Niccolò V]], visibile sul colle insieme alle due grandiose torri circolari, dette torre della Radio e [[Torre Gregoriana]] (la cui seconda è il luogo usato prima da [[papa Leone XIII|Leone XIII]] per l'edificazione di una palazzina utilizzabile come residenza estiva e poi, trasformata, diventerà nel [[1891]], la sede della [[Specola Vaticana]], grazie all'apposito ''[[motu proprio]]'' di Leone XIII ''[[Ut mysticam]]'').
[[File:Musei vaticani - giardini 01114.JPG|thumb|Veduta dai Musei Vaticani]]
 
[[File:Giardini Vaticani.jpg|thumb|I Giardini visti dalla cupola di [[Basilica di San Pietro in Vaticano|San Pietro]]]]
 
257 727

contributi