Differenze tra le versioni di "Lemony Snicket"

m
Bot: Sistemo note con collegamenti esterni senza titolo (documentazione)
m (Bot: Sistemo note con collegamenti esterni senza titolo (documentazione))
 
===Narratore e personaggio===
Lemony Snicket è il primo critico teatrale del ''Daily Punctilio'', che lo avevano incaricato della ricerca e scrittura della triste storia degli [[orfani Baudelaire]] per "molti motivi legali e personali"<ref>[http://www.harpercollins.com/author/AuthorExtra.aspx?displayType=interview&authorID=14581 Author Interview with Lemony Snicket from HarperCollins Publishers<!-- Titolo generato automaticamente -->]</ref>. Ha seguito i loro movimenti e collezionato racconti dalle loro avventure, ma probabilmente non ha mai incontrato [[Violet Baudelaire|Violet]], [[Klaus Baudelaire|Klaus]] o [[Sunny Baudelaire|Sunny]] di persona, anche se i fan spesso lo identificano come il tassista che appare ne ''[[Il penultimo pericolo]]''. Più la serie va avanti più diventa chiaro che Snicket ha conosciuto i [[genitori Baudelaire]] attraverso [[V.F.]] Comunque, come detto ne ''[[L'ostile ospedale]]'' e ne ''[[La fine]]'', nonostante le sue ricerche non è a conoscenza della locazione attuale dei [[orfani Baudelaire|fratelli Baudelaire]]. Lemony è stato reclutato da V.F. sin da piccolo, come si intuisce nella canzone ''Little Snicket Lad''<ref>[http://en.wikiquote.org/wiki/Lemony_Snicket:_The_Unauthorized_Autobiography Lemony Snicket: The Unauthorized Autobiography - Wikiquote<!-- Titolo generato automaticamente -->]</ref>. In ''The Beatrice Letters'', sua nipote, la figlia di [[Kit Snicket]], [[Beatrice Baudelaire|Beatrice]], dice che lei credeva che lui fosse una sorta di detective, viste le sue indagini sul caso dei Baudelaire.
 
Snicket si disprezza spesso: si descrive come un codardo, e in vari punti dei libri afferma di non poter essere capace di affrontare le situazioni vissute dai Baudelaire con così tanto coraggio. Confessa anche di non aver compiuto imprese nobili, come il noto furto della zuccheriera e l'uccisione dei genitori del Conte Olaf.
95 796

contributi