Differenze tra le versioni di "Cattedrale della Trasfigurazione (Nižnij Novgorod)"

m
fix link
m (→‎Galleria fotografica: Bot: Markup immagini (v. richiesta))
m (fix link)
A seguito della [[rivoluzione bolscevica]] la cattedrale, al pari di altre chiese cittadine, fu chiusa e trasformata in un magazzino. Nell'aprile [[1989]], le autorità [[sovietiche]] decisero però di riaffidare l'edificio alla [[Chiesa ortodossa russa]] e ne autorizzarono il restauro. Fino al [[2009]], la chiesa è stata considerata la cattedrale principale di Nižnij Novgorod. Dopo il restauro della [[Cattedrale di Aleksandr Nevskij (Nižnij Novgorod)|cattedrale di Aleksandr Nevskij]] ha tuttavia perso questo status. L'11 settembre dello stesso anno, il [[patriarca di Mosca]] [[Cirillo I]] in visita all'edificio, ha inaugurato un monumento dedicato alle vittime del [[disastro di Černobyl']], raffigurante un [[angelo]] con le braccia incrociate, su un piedistallo ornato da lastre di granito con citazioni [[Bibbia|bibliche]] e i nomi delle vittime.
 
L'[[altare maggiore]] della cattedrale è consacrato al [[Venerabile Legno della Vivificante Croce del Signore]]. Mentre le [[cappelle]] sono dedicate ai santi [[Macario di Unža]] e [[Aleksandr Nevskij]]. Tra le icone conservate all'interno della chiesa, vi sono quelle del [[Mandylion|Santo Volto del Salvatore]], della [[Madre di Dio "Gioia di tutti gli afflitti"|Theotokos "Gioia di tutti gli afflitti"]], di [[San Serafino di Sarov]], di [[Pietro (Metropolitametropolita di Kiev)|San Pietro di Mosca]], di [[Innocenzo d'Alaska|Sant'Innocenzo d'Alaska]] e del [[Principato di Vladimir-Suzdal'|gran principe]] [[Jurij II di Vladimir|Jurij II]], fondatore della città nel [[1221]].
 
== Galleria fotografica ==
141 992

contributi