Differenze tra le versioni di "Chic Harley"

nessun oggetto della modifica
(Nuova pagina: {{Sportivo |Nome = Chic Harley |NomeCompleto = Charles William "Chic" Harley |Immagine = |Didascalia = |Sesso = M |CodiceNazione = {{USA}} |Altezza = |Peso = |Disci...)
 
|Attività = giocatore di football americano
|Nazionalità = statunitense
|FineIncipit = nella prima metà del ventesimo secolo e il giocatore che portò il [[Ohio State Buckeyes football|programma di football]] della [[Ohio State University]] all'attenzione nazionazionenazionale. Harley fu il primo giocatore di Ohio State ad essere nominato unanimemente [[All-America]], la prima di tre selezioni. Nel 1951 fu indotto nella classe inaugurale della [[College Football Hall of Fame]].
 
Nel 1941, James Thurber descrisse le abilità nella corsa di Harley nel giornale di [[New York City]], PM: "Se non l'avete visto correre col pallone, noi non possiamo descrivervelo. Non assomigliava a [[Red Grange]] o a [[Tom Harmon]] o a chiunque altro. Era l'incrocio tra una musica e un colpo di cannone, ti portava il cuore sotto le orecchie.<ref>{{cita news|lingua= en |url= http://dispatch.com/live/content/local_news/stories/2008/11/16/bob_hunter_interview.html?sid=101 |titolo= Chic Harley put OSU on college football map |editore= The Columbus Dispatch |data= 16 novembre 2008 | accesso= 7 luglio 2014}}</ref>"
I Buckeyes rivinsero la conference nel 1917 con un record di 8–0–1 e Harley fu nuovamente nominato unanimente All American. Nel 1918 lasciò l'istituto per diventare un pilota delle Forse Aeree Statunitensi nella [[Prima guerra mondiale]], facendo ritorno l'anno successivo. Nel 1919 i Buckeyes finirono con un bilancio 6–1. Nell'unica sconfitta in carriera di Harley, Ohio State perse contro la University of Illinois la finale di conference con un [[field goal]] a otto secondi dal termine.
 
La stagione 1919 è ricordata ad Ohio State, tuttavia, per la prima vittoria dell'istituto sugli arci-rivali di [[Michigan Wolverines football|Michigan]]. Dopo la vittoria per 13-3 dei Buckeyes, il leggendario capo-allenatore di Michigan Fielding H. Yost fece dei rari complimenti alla formazione dell'Ohio: "Vi meritate la vostra vittoria, avete combattuto brillantemente", Yiniziòiniziò Yost, "voi ragazzi avete dato una grande esibizione di strategia nel football e mentre io sono dispiaciuto, immensamente dispiaciuto, della nostra sconfitta, voglio congratularmi con voi. E tu, Mr. Harley, credo tu sia una delle migliori macchine da football che abbia mai visto."
 
Coach Yost non fu l'unico a congratularsi. Harley fu di nuovo unanimente All-America nel 1919, il primo ad esserlo nominato per tre volte a Ohio State. I Buckeyes hanno otto giocatori ad essere nominati tre volte All-Americans nei loro oltre 120 anni nel [[college football]], ma nessuno ha avuto più impatto del loro primo.
Utente anonimo