Deadpool: differenze tra le versioni

L'[[Official Handbook Of The Marvel Universe]]{{cn}}, il "Manuale Ufficiale Dell'Universo Marvel" (noto anche come OHOTMU) spiega che l'esperimento a cui il programma [[Arma X]] lo ha sottoposto ha logicamente avuto l'effetto secondario di migliorare notevolmente le sue capacità atletiche. La spiegazione di ciò è questa: normalmente il cervello umano fa in modo che l'organismo non possa utilizzare il suo massimo potenziale dal momento che compiere azioni oltre una certa intensità o una certa velocità potrebbe portare a comprometterne gravemente la salute o addirittura causarne la morte poiché il corpo umano non può contare su una guarigione assoluta e immediata. Dal momento che Wade può contare sul miglior fattore rigenerante dell'Universo Marvel non ha certo questo problema. L'aumento di potenza fisica che ha subito lo ha portato fino al limite dell'umano: può arrivare a sollevare anche da alzato, fino a sopra la testa e fino a distendere del tutto le braccia ben oltre il doppio del suo peso corporeo, che è di 420 libbre (Wade pesa 210 libbre, che corrispondono a circa 95 kg), per la precisione fino a 800 libbre (circa 363 kg). Le sue restanti doti atletiche sono addirittura aumentate fino a livelli sovrumani: può compiere movimenti molto più rapidi rispetto a prima dell'esperimento, arrivando ad un livello di velocità e agilità oltre i limiti umani. Dal suo fattore rigenerante deriva anche un metabolismo accelerato, grazie al quale l'acido lattico e le tossine che si vengono a formare normalmente nel corpo umano durante un'attività fisica portando chiunque a subire gradualmente la stanchezza nel suo corpo hanno un effetto molto più attenuato, in modo da permettergli di esercitare le sue capacità (anche al massimo) per diversi giorni prima di iniziare a percepire la fatica. Visto che anche la sua mente è costantemente rigenerata, Wade dispone di una velocità di pensiero sovrumana, dalla quale derivano anche dei riflessi superiori a quelli degli esseri umani.
 
Durante una saga DeadopoolDeadpool vuole morire poiché convinto che sia ciò che merita e per fare ciò prova a farsi disintegrare da Hulk (che esaudisce la richiesta), salvo poi rigenerarsi in una struttura psichiatrica dello S.H.I.E.L.D.
In un'occasione il Punitore ha dichiarato di avere ucciso Deadopool, tagliato il cadavere in vari pezzi, bruciato i resti e seppellito le ceneri in diversi punti di New York; ma Deadopool è tuttavia tornato in vita dopo qualche tempo: ciò rende giustificabile il considerarlo praticamente immortale. Ugualmente a Wolverine, possiede anche una grande longevità, immunità ai veleni, alle droghe, alle malattie, alle infezioni e al controllo mentale. Oltre alle sue capacità atletiche può vantare un'enorme bravura nelle arti marziali, di fatto, secondo le Valutazioni Ufficiali dell'OHOTMU, le sue conoscenze nel combattimento sono di livello 6/7, il che vuol dire che ha un'eccezionale abilità in più arti marziali. Inoltre, come spiega sempre l'OHOTMU, Deadpool in combattimento si è dimostrato ancora più competitivo di come sarebbe dovuto essere, riuscendo a battere avversari con cui di regola non avrebbe neanche potuto competere, questo per il fatto che la sua mente, essendo sottoposta ad un processo di continua devastazione e rigenerazione, gli conferisce una lucidità di pensiero davvero unica, che oltre alla consapevolezza di essere il personaggio di un fumetto, gli da anche uno stile di lotta estremamente difficile da contrastare; le sue mosse sono quasi impossibili da prevedere per chiunque, tant'è che nemmeno chi possiede poteri telepatici è riuscito a decifrare i suoi pensieri. Ma la sua guarigione costante ha come effetto negativo quello di renderlo molto instabile e soggetto a scoppi violenti anche senza la minima provocazione, questo lo fa diventare spesso antipatico anche per i suoi stessi alleati, rendendo perciò scarsa la sua collaborazione all'interno di un team. Doveroso è dire che in alcuni combattimenti gli è stato attribuito di essere imprevedibile proprio a causa di questa sua follia.
 
Utente anonimo