Differenze tra le versioni di "Palazzo dell'Arengo (Rimini)"

m
Bot, replaced: Emilia Romagna → Emilia-Romagna
m (Bot, replaced: Emilia Romagna → Emilia-Romagna)
Sormontato da merlature, qui si riuniva, nel [[tardo medioevo]], il consiglio del popolo riminese. Il loggiato del palazzo fu eretto per volontà del [[podestà]] di Rimini, Mario de Caronesi, nel [[1204]], come ricordato da un'epigrafe riportata su uno dei pilastri del loggiato stesso.<ref>[http://www.riminiturismo.it/371/33/.html?lang_index=0 Riminiturismo]</ref> Conserva al piano superiore affreschi della scuola riminese del [[1300]]. Fu restaurato più volte, nel [[1562]], nel [[1672]] e nel periodo [[1919]] - [[1923]]. La tradizione vuole che nel loggiato a livello strada - luogo ove i notai tenevano banco e veniva pubblicamente amministrata la giustizia - ci fosse il grosso masso, detto ''lapis magnum'', sul quale i debitori insolventi erano condannati a battere tre volte il sedere nudo, pronunciando a voce alta la formula ''cedo bonis''.<ref>[http://guide.travelitalia.com/it/guide/rimini/palazzo-dell-arengo/ Travelitalia-Palazzo dell'Arengo]</ref>
 
L'ampio loggiato a piano terra è impostato su poderosi colonnati che sorreggono distesi archi a sesto acuto; al primo piano vi è una grande sala dotata di finestre a polifora. Il palazzo è poi dotato di una torre campanaria, originariamente adibita anche a luogo di detenzione.
 
== Altre immagini ==
 
[[Categoria:Palazzi di Rimini|Arengo]]
[[Categoria:Architetture gotiche dell'Emilia -Romagna]]
2 871 592

contributi