Differenze tra le versioni di "Federazione dei Liberali"

m
fix wikilink
(disambigua)
m (fix wikilink)
La '''Federazione dei Liberali''' (FdL) è un partito politico fondato nel febbraio [[1994]] contestualmente allo scioglimento del [[Partito Liberale Italiano]], di cui tuttora si proclama erede, essendo tra l'altro ad esso subentrata come membro italiano della [[Internazionale liberale]]. Si dichiara alternativa alla destra sin dalla sua costituzione e, nel [[1995]], ha partecipato alla fondazione del[[l'Ulivo]].
 
L'attuale presidente nazionale della FdL è [[Raffaello Morelli]]. Il partito sostiene la priorità politica dell'essere liberali e gravita nell'area di [[Centro (politica)|centro]].
 
== Storia ==
Il segretario Morelli in una lettera pubblicata sul sito del movimento indica la strada della scheda bianca o nulla.
 
Il 24 gennaio 2014 il Partito ha aderito al Manifesto Programmatico In Cammino per Cambiare, unitamente ad altre iniziative di ispirazione liberale quali [[Centro Democratico (Italia)|Centro Democratico]], [[Cristiana Muscardini|Conservatori e Social Riformatori]], [[Fare per Fermare il Declino]], [[Scelta Civica]], [[Partito Liberale Italiano (1997)|Partito Liberale Italiano]] e '''Partito Federalista Europeo'''.
 
“Scelta Europea” sarà dunque il nome della lista che aggregherà partiti, movimenti e fondazioni accomunati da un ancoraggio politico-culturale nell’[[ALDE]], caratterizzato da una significativa concezione [[europeismo|europeista]] e [[federalismo europeo|federalista]], al fine di presentare alle Elezioni europee un progetto che possa superare facilmente la soglia di sbarramento del 4%.