Apri il menu principale

Modifiche

errato il riferimento al personaggio da citare, sostituito il nome precedente con quello corretto di Mel Brooks, autore e regista dell'opera citata
Da quel momento inizia per Durning una carriera frenetica fatta di centinaia di interpretazioni per il cinema e la televisione, in ruoli da comprimario di peso, dove interpreta con una certa frequenza, specie nella prima parte di carriera, uomini in divisa.
 
Negli anni settanta Durning prende parte ad autentici ''[[cult movie]]'' come ''[[Prima pagina (film)|Prima pagina]]'', ''[[Quel pomeriggio di un giorno da cani]]'', ''[[Fury (film 1978)|Fury]]'', ''[[Ultimi bagliori di un crepuscolo (film)|Ultimi bagliori di un crepuscolo]]'', ma è solo nel decennio successivo, nel [[1982]] con ''[[Il più bel casino del Texas]]'' di [[Colin Higgins]], e un anno dopo con ''[[Essere o non essere (film)|Essere o non essere]]'' di [[AlanMel JohnsonBrooks]], che ottiene la soddisfazione di essere candidato all'[[Oscar al miglior attore non protagonista|Oscar come migliore attore non protagonista]] e di vedere riconosciuto in maniera ufficiale il proprio talento. I due film mostrano la dimestichezza di Durning in ruoli brillanti, dimestichezza confermata in film come ''[[Tootsie]]'' di [[Sydney Pollack]] o ''[[Il grande imbroglio]]'' di [[John Cassavetes]], e aprono nuovi orizzonti alla sua carriera.
 
Nel [[1990]] entra nel cast della sitcom ''[[Evening Shade (serie televisiva)|Evening Shade]]'' di cui interpreterà ben 98 episodi nell'arco di quattro stagioni. Nonostante questo gravoso impegno Durning non rallenta il ritmo degli impegni cinematografici, che in questi anni comprendono tra gli altri ''[[Dick Tracy (film 1990)|Dick Tracy]]'', ''[[Detective coi tacchi a spillo]]'', ''[[Mister Hula Hoop]]'', ''[[Genio per amore]]'', ''[[A casa per le vacanze]]''.
Utente anonimo