Differenze tra le versioni di "Antonio Gherardi"

nessun oggetto della modifica
m (Bot: Fix dimensionamento immagini (v. richiesta))
==Architetto==
[[Immagine:Antonio Gherardi.jpg|thumb|left|upright=1.3|La cappella Avila a [[Santa Maria in Trastevere]]]]
Lavorò molto soprattutto nei centri dello [[Stato Pontificio]]. Nel [[1682]], nella sua città natale gli venne concessa la patente di [[nobiltà]]. Come architetto fu coevo di [[Gian Lorenzo Bernini]] e [[Francesco Borromini]], ma colui da cui subì l'influenza più forte fu l'architetto [[Guarino Guarini]], a cui s'ispira per la sua opera più ardita: la cupola della Capella Avila nella [[chiesa di Santa Maria in Trastevere]]. Ma altre sue opere architettoniche furono anche le costruzioni della Cappella del Beato Francesco Solano, del [[1675]], per la [[chiesaBasilica di Santa Maria in Aracoeli]] e la [[Cappella de Santa Cecilia]] ([[1695]]-[[1700]]), per [[San Carlo ai Catinari]], ambedue a Roma.
==Pittore==
[[File:Antonio Gherardi Natividad de la Virgen Capilla del Sacramento Catedral Gubbio.jpg|thumb|upright=1.3|''Natività della Vergine'', Cattedrale di [[Gubbio]]]]
Tra le sue opere pittoriche si segnalano la decorazione di [[Chiesa di Santa Maria in Trivio|Santa Maria in Trivio]]. Questi affreschi sono considerati da [[Filippo Titi]], nel suo saggio ''Descrizione delle pitture, sculture e architetture esposte al pubblico in Roma'' del [[1763]], come:
{{Citazione|fatte con buona maniera Lombarda}}
notando così l'influsso avuto dal pittore durante i suoi viaggi nell'Italia del nord.
144 026

contributi