Differenze tra le versioni di "Abido (Ellesponto)"

Cl
m (Voce templatizzata)
(Cl)
|Nome abitanti =
|Lingua =
|Stato attuale = TRKTUR
|Località moderna =
|Latitudine decimale =
Le due città che si fronteggiavano sullo stretto sono note per il celebre mito di [[Ero e Leandro]]: Leandro morì in quel mare cercando di raggiungere a nuoto, come ogni notte, la sua amata Ero, sacerdotessa di [[Afrodite]] nella città di Sesto. Ispirato dal mito, [[Byron]] volle ripetere di persona la traversata a nuoto dello stretto.
 
== Tra mito e storia ==
La prima menzione di Abydos la troviamo nel catalogo degli alleati [[Troia (Asia Minore)|troiani]] nell<nowiki>'</nowiki>''[[Iliade]]'': era controllata da [[Asio]], il giovane re di [[Arisbe]].<ref>[[Omero]], ''[[Iliade]]'', II.836.</ref> Probabilmente era una città [[Tracia|trace]], come sostiene [[Strabone]], ma fu poi colonizzata dai [[Mileto (Asia Minore)|milesi]], con il consenso di [[Gige (Lidia)|Gige]], re della [[Lidia]], intorno al 700 a.C.
 
== Storia ==
La prima menzione di Abydos la troviamo nel catalogo degli alleati [[Troia (Asia Minore)|troiani]] nell<nowiki>'</nowiki>nell’''[[Iliade]]'': era controllata da [[Asio]], il giovane re di [[Arisbe]].<ref>[[Omero]], ''[[Iliade]]'', II., 836.</ref> Probabilmente era una città [[Tracia|trace]], come sostiene [[Strabone]], ma fu poi colonizzata dai [[Mileto (Asia Minore)|milesi]], con il consenso di [[Gige (Lidia)|Gige]], re della [[Lidia]], intorno al 700 a.C.
Abydos fu occupata dai [[Persiani]] nel [[514 a.C.]], e [[Dario I di Persia|Dario]] la diede alle fiamme nel [[512 a.C.]] Qui [[Serse I di Persia|Serse]] costruì il famoso [[ponte di barche sull'Ellesponto]] per attraversare trionfalmente lo stretto con il suo esercito nel [[480 a.C.]] durante l'[[Guerre Persiane|invasione persiana della Grecia]].<ref>[[Erodoto]]. ''[[Storie (Erodoto)|Storie]]'', 7.34.</ref> In quei pressi si svolse anche la punizione rituale inflitta da Serse al tratto di mare, colpevole di aver offeso senza motivo il [[Gran Re]] (si veda: [[Flagellazione dell'Ellesponto]]).
 
Abydos fu occupata dai [[Persiani]] nel [[514 a.C.]], e [[Dario I di Persia|Dario]] la diede alle fiamme nel [[512 a.C.]] Qui [[Serse I di Persia|Serse]] costruì il famoso [[ponte di barche sull'Ellesponto]] per attraversare trionfalmente lo stretto con il suo esercito nel [[480 a.C.]] durante l'[[Guerre Persiane|invasione persiana della Grecia]].<ref>[[Erodoto]]., ''[[Storie (Erodoto)|Storie]]'', 7.VII, 34.</ref> In quei pressi si svolse anche la punizione rituale inflitta da Serse al tratto di mare, colpevole di aver offeso senza motivo il [[Gran Re]] (si veda: [[Flagellazione dell'Ellesponto]]).
 
Abydos entrò a far parte, in seguito, della [[lega di Delo]], finché non si rivoltò all'egemonia [[Atene|ateniese]] nel [[411 a.C.]]<ref>[[Tucidide]], ''[[Guerra del Peloponneso (Tucidide)|Guerra del Peloponneso]]'', VIII, 61-62.</ref> Si legò in un'alleanza con [[Sparta]] fino al [[394 a.C.]]; il [[re di Sparta]] [[Agesilao II]] passò di qui ritornando in Grecia dalla sua spedizione contro il [[satrapo]] [[Farnabazo II|Farnabazo]] a favore delle ''[[Polis|poleis]]'' della [[Ionia]].
83 532

contributi