Automa (informatica): differenze tra le versioni

m
Bot, replaced: linguaggio formale (matematica) → linguaggio formale (3)
m (Bot, replaced: Stringa (formale) → Stringa (linguaggi formali) (2))
m (Bot, replaced: linguaggio formale (matematica) → linguaggio formale (3))
 
== Automi e linguaggi ==
Gli automi sono spesso utilizzati per descrivere [[linguaggio formale (matematica)|linguaggi formali]] in [[informatica teorica]], e per questo sono chiamati accettori o riconoscitori di un linguaggio.
 
L'insieme dei possibili stimoli che possono essere forniti ad un automa costituisce il suo [[alfabeto]].
 
== Automi a stati finiti ==
Gli [[automa a stati finiti|automi a stati finiti]] sono dotati di un insieme finito di stati, scandiscono una [[Stringa (linguaggi formali)|stringa]] di simboli in ingresso (simbolo per simbolo) in maniera ordinata per decidere se essa appartenga o meno ad un [[Linguaggio formale (matematica)|linguaggio]].
 
Formalmente tali automi sono delle quintuple, ''(Q, I, f, q0, F )'', formate da un alfabeto finito dei simboli in ingresso (I), un insieme finito di stati(Q) tra cui si distingue uno ''stato iniziale'' (q0) ed un sottoinsieme di stati, detti ''finali'' (F), ed una ''funzione di transizione''(f). Tale funzione, descritta mediante una tabella di transizione degli stati, o un multidigrafo, è definita per coppie (stato corrente, simbolo scandito) e stabilisce la transizione da compiere, ossia lo stato in cui si transita leggendo il dato simbolo.
== Voci correlate ==
*[[Informatica]]
*[[Linguaggio formale (matematica)]]
*[[Multidigrafo]]
*[[Automa a stati finiti]]
3 192 175

contributi