Differenze tra le versioni di "Tito Publio Carisio"

m
Bot: Wikipedia:Specificità dei wikilink e modifiche minori
m (fix AnnoMorte in template bio)
m (Bot: Wikipedia:Specificità dei wikilink e modifiche minori)
{{Console romano
| nome =Tito Publio Carisio
| titolo =[[console romano|Console]] [[Impero romano|romano]]
| immagine =[[File:AUGUSTUS RIC I 20-78001637.jpg|300px]]
| legenda =<small>[[asse (moneta)|asse]] di [[Augusto]] del [[23 a.C.]], celebrante le [[guerre cantabriche|vittorie]] contro [[Cantabri]] ed [[Asturi]]. Sul fronte: [[Augusto|CAESAR AUGU]], testa di [[Augusto]] verso destra; sul retro: P CARISIUS [[Legatus Augusti pro praetore|LEG AUGUSTI]] su tre righe.</small>
| figli =
| padre =
| madre =
| dinastia =
| data di nascita = attorno al [[55 a.C.]]
|PostNazionalità = , probabilmente di origine [[Italia|italica]]
}}
[[ImmagineFile:Bellum-Asturicum-Cantabricum.png|upright=1.5|thumb|Le campagne degli anni [[29 a.C.|29]]-[[19 a.C.]]]]
 
==Biografia==
Al termine del primo biennio di campagne fondava la [[colonia romana|colonia]] di [[Emerita Augusta]] ([[25 a.C.]]) con i veterani delle legioni ''[[Legio V Alaudae|V Alaudae]]'' e ''[[Legio X Gemina|X Gemina]]''. Durante il suo mandato coniò un [[denario]] sul quale era rappresentato il viso di [[Augusto]] e sul retro era riportato il suo nome con la dicitura ''P. CARISIVS LEG AVGVSTI'', ma [[Cassio Dione Cocceiano|Dione]] lo accusò di sprechi e crudeltà<ref>[[Cassio Dione Cocceiano]], ''Storia di Roma'', LIV, 5, 1</ref>.
 
Combatté nuovamente contro una sollevazione tra gli [[Asturi]] nel [[22 a.C.]], a fianco del nuovo legato della [[Tarraconense]], un certo [[Gaio Furnio]] <ref>[[Cassio Dione Cocceiano]], ''Storia di Roma'', LIV, 5, 2.</ref>([[console romano|console]] nel [[17 a.C.]]).
 
== Note ==
2 819 143

contributi