Scoppio respiratorio: differenze tra le versioni

nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
Il meccanismo mediante il quel le cellule producono specie reattive dell'ossigeno implica l'azione di un enzima chiamato [[NAD(P)H ossidasi]]; tale enzima è in grado di impiegare l'[[NADPH]] come [[riducente]] per ridurre l'ossigeno libero (O<sub>2</sub>) a superossido, il quale si combina spontaneamente con altre molecole per produrre [[Radicale libero|radicali liberi]] molto reattivi, tra i quali si trovano tra gli altri gli anioni [[idrossido]], [[perossido]], [[ipoclorito]], [[ipoiodito]] e il [[monossido di azoto]].
 
L'NAD(P)H ossidasi è un enzima [[Multimero|multimerico]] formato da varie sottounità: [[gp91-phox]], [[p22-phox]], [[p40-phox]], [[p47-phox]], [[p67-phox]], [[Rap 1A]] e [[Rac2]]; queste sottounità si trovano spesso distribuite nel [[citosol]] o unite alla membrana di granuli specifici. La gp91-phox e la p22-phox formano il complesso chiamato [[Citocromo|flavocitocromo b558]] che si trova ancorato alla membrana, mentre la phox (dall'inglese ''phagocite oxidase'') restanti e le proteine accessorie Rac2 (una [[GTPasa]]) e Rap (''[[Ras]]-related protein 1A'': proteina legata alla RAS) si trovano nel [[citoplasma]].<ref name="ArangoC">{{cita pubblicazionetesto |autore=Arango Rincón JC, Gámez Díaz LY, López Quintero JA. |títolotitolo=Sistema NADPH-Oxidasa: nuevos retos y perspectivas. |editore=Iatreia |volume=23 |numero=4 |pagine=362-372 |anno=2010 |pmid= |doi= }} [http://www.imbiomed.com/1/1/articulos.php?method=showDetail&id_articulo=67577&id_seccion=2272&id_ejemplar=6794&id_revista=138 Sintesi]</ref> Quando una cellula si attiva iniziando lo scoppio respiratorio l'ossidasi si ancora sulla membrana dei [[Fagosoma|fagosomi]] e comincia la sua attività. L'ossidasi estrae una coppia di [[Elettrone|elettroni]] dall'NADPH trasformandolo in NADP<sup>+</sup> e li cattura in una catena di elettroni che ha come nucleo il flavo [[citocromo]]Citocromo|flavocitocromo b ]](in concreto due [[Eme|gruppi eme]] e una [[Flavin adenina dinucleotide|FAD]] della gp91), fino a scaricarli su una molecola di [[ossigeno]] per formare il [[superossido]]. La reazione può riassumersi in:<ref name="GarciaT">{{cita pubblicazionetesto |autore=García Triana BE, Saldaña Bernabeu A, García Piñeiro JC, Bastarrechea Milián M. |titolo=NADPH-Oxidasa fagocitica: componentes, ensamblaje y meccanismo de acción |editore=Rev Cubana Invest Biomed |volume=20 |numero=1 |pagine=59-63 |anno=2001 |pmid= |doi= }} [http://www.sld.cu/revistas/ibi/vol20_1_01/ibi13101.pdf Testo completo libero]</ref>