Differenze tra le versioni di "Giorgio Santi"

m
Bot: sistemo didascalia immagine
m (Bot: didascalia generata automaticamente)
m (Bot: sistemo didascalia immagine)
}}
 
Fu Professore di Scienze naturali a Pisa dal 1782 al 1822 Direttore del Museo di Storia Naturale e Prefetto dell'[[orto botanico di Pisa]] dal 1782 al 1814.
 
Nato a Pienza nel 1746 da Rutilio Santi e Fillide Mattei, si laureò in Medicina e Chirurgia presso l'[[Università di Siena]]. Fece "pratica" a Firenze presso l'Ospedale di Santa Maria Nuova, vinse la Borsa di Studio Alunnato Biringucci a Siena e grazie ad esso si trasferì in Francia nel 1773 studiando a [[Montpellier]] e a [[Parigi]], dove conobbe Buffon, [[Lavoisier]] e altri celebri scienziati del tempo. Nel 1782 tornò a Firenze dove il Granduca Pietro Leopoldo gli conferì l'incarico di Professore a Pisa con l'istituzione di una nuova cattedra di Scienze Naturali e Chimica. La sua residenza a Pisa era all'interno dell'Orto Botanico ma visse con la moglie Anna Simonelli (sposata nel 1790) a Pienza, dove mori il 30 dicembre 1822.
Fu uno dei padri fondatori della Geologia come scienza autonoma e si prodigò per la diffusione e l'adozione delle nuove teorie chimiche in ambito universitario. Fu in stretto rapporto con Spallanzani, Giovanni Fabbroni, Gaetano Savi, e tantissimi altri scienziati e accademici dell'epoca. Le minute delle sue lettere e gli originali ricevuti dai suoi corrispondenti sono conservati a Siena presso la Biblioteca Comunale (BCS). Nell'orazione funebre pubblicata a Pisa nel Giornale de Letterati si legge: "scrisse molto ma poco pubblicò".
 
[[Immagine:santi1.JPG|thumb|<center>''Analisi chimica della acque dei Bagni Pisani''([[1789]])]]
 
 
==Pubblicazioni==
 
*''Viaggi per la Toscana'' ([[1795]]-[[1806]]) (tradotto in francese nel 1802 con il titolo ''"Voyage au Montamiata"'')
 
 
Tomo 1:
Tomo 3:
http://grandtour.bncf.firenze.sbn.it:9080/nazionale/indici/libri-di-viaggio/UFIE001872
 
 
{{Box successione
814 295

contributi