Differenze tra le versioni di "Rimessa"

2 203 byte aggiunti ,  7 anni fa
nessun oggetto della modifica
Nel 2004, durante il trentesimo summit del [[G8]], tenutosi a [[Sea Island]], si è deciso di assumere iniziative per ridurre i costi per i lavoratori migranti che inviano denaro a parenti e amici nel loro paese di origine. Alla luce di questo, alcune [[organizzazione governativa|organizzazioni governative]] dedite allo sviluppo, di nazioni facenti parte del G8 (ad esempio, il [[Department for International Development]]-DFID del [[governo britannico]] e la [[United States Agency for International Development]]-USAID del l' del [[governo americano]]) hanno cominciato a riflettere sui modi con cui sia possibile ridurre i costi.
 
Nel mese di settembre 2008, la Banca mondiale ha creato il primo database internazionale dei prezzi delle rimesse., Ilil ''Remittance Prices Worldwide Database''<ref>[http://remittanceprices.worldbank.org Remittance Prices Worldwide Database] , dal sito della [[Banca mondiale]].</ref>, che fornisce dati su come mandare e ricevere rimesse su 200 "direttrici internazionali". L'esame di questi "corridoi" comprende flussi di rimesse da i principali 32 paesi emittenti e gli 89 che ne ricevono i flussi, realizzando un quadro che dà conto per più del 60% del totale delle rimesse desinate ai [[paesi in via di sviluppo]]<ref name="go.worldbank.org2">The World Bank: [http://go.worldbank.org/316JULD1Z0 Remittances Activities and Projects]</ref>. La pubblicazione del ''Remittance Prices Worldwide Database'' che ne è scaturita serve a 4 scopi principali: miglioramenti nel [[Benchmark (economia)|benchmarking]], permettere confronti tra i vari paesi, aiutare le [[scelta|scelte]] dei [[consumatori]], ed esercitare una pressione sui fornitori di servizio affinché migliorino i loro servizi<ref name="go.worldbank.org2"/>.
 
Durante il [[G8 dell'Aquila|35º vertice tenutosi nel luglio 2009]] a [[l'Aquila]], gli stati e i capi dei governi del [[G8]] hanno approvato l'obiettivo di ridurre i costi dei servizi di rimessa del 5% in 5 anni. Per spingere i prezzi al ribasso, la Banca mondiale ha iniziato a certificare database regionali e nazionali che usano una metodologia coerente per confrontare il costo di invio delle rimesse<ref>The World Bank: [http://remittanceprices.worldbank.org/National-Databases National and Regional Databases Certified by the World Bank].</ref>.
Al summit del [[G20 (paesi industrializzati)|G20]] tenutosi a [[Cannes]] nel [[2011]], [[Bill Gates]] ha affermato che "se i costi di transazione sulle rimesse fossero tagliati, a livlelo globale a circa il 5%, rispetto all'attuale media del 10%, [...] si libererebbero risorse per 15 miliardi di dollari nei [[paesi poveri]]"<ref>The Bill & Melinda Gates Foundation: [http://www.gatesfoundation.org/What-We-Do/Global-Policy/G20-Report].</ref> Un certo numero di servizi online [[low-cost]] come [[Azimo]] sono emersi con l'obiettivo di abbassare i costi del trasferimento di denaro verso i [[paesi emergenti]] e [[paesi in via di sviluppo|in via di sviluppo]].
 
== Panoramica ==
== Principali paesi destinatari ==
 
Il fenomeno delle rimesse non appartiene al solo mondo [[globalizzazione|globalizzato]], ma risale piuttosto indietro nel tempo, essendo sempre stato in normale concomitanza con le [[Migrazioni dell'uomo|migrazioni terrestri]] che hanno sempre fatto parte della [[storia umana]]. Economie di molti [[Stati europei]], come [[Economia della Spagna|Spagna]], [[Economia italiana|Italia]], e [[Economia dell'Irlanda|Irlanda]], hanno fatto grande affidamento, nel [[XIX secolo|XIX]] e [[XX secolo]], sulle rimesse prodotte dai loro emigranti (molti dei quali [[Immigrazione negli Stati Uniti d'America|stabilitisi negli Stati Uniti d'America]]). Per fare un esempio, nella [[Spagna]] del [[1946]] le rimesse estere davano conto di ben 21% del [[bilancio delle partite correnti]]<ref>{{lingue|es}} [http://remesas.org/files/WP4_invenci_n_codesarrollo_ST.pdf/ Emigrantes construyendo escuelas: La primera política oficial de codesarrollo], Remesas.org</ref>. Tutti questi paesi crearono apposite linee guida sulle rimesse, sviluppate dopo significativi sforzi di ricerca nel campo. Ad esempio, nel [[1901]] l'[[Italia]] fu il primo paese del mondo promulgare una legge che introduceva nell'ordinamento norme a protezione delle rimesse<ref>{{Lingue|es}} [http://remesas.org/files/La_primera_Ley_de_Remesas.pdf La primera Ley de remesas de la historia], Remesas.org</ref>, mentre la Spagna è stato la prima nazione del mondo a sottoscrivere un [[trattato internazionale]] (con l'[[Argentina]], nel [[1960]]) per ridurre il costo delle transazioni sulle rimesse in entrata{{citazione necessaria}}.
 
A partire dal [[2000]], le rimesse ha conosciuto un aumento notevolissimo a livello mondiale, arrivando a triplicare in volume nel [[2012]], quando i flussi si sono attestati su 529 miliardi di dollari americani. Nel 2012, i soli migranti dall'[[India]] e dalla [[China]] hanno inviato più di $130 miliardi vero i loro paesi d'origine<ref>[http://www.tageswoche.ch/+besxb The incredicle rise of migrants' remittances], TagesWoche.</ref>
 
=== Principali paesi destinatari ===
Quella che segue è una lista (ordinabile), per vari anni, dei maggiori paesi beneficiari di rimesse, secondo dati forniti dalla [[Banca mondiale]].
 
|style="text-align: left;"|{{flagcountry|Ukraine}}||5.94||6.54||7.82||8.45
|}
==== Incidenza sul Prodotto nazionale lorodo (PNL) ====
 
Diversa è la situazione se, invece del valore assoluto dei trasferimenti in denaro provenienti dall'estero, si considera la quota percentuale di incidenza delle rimesse sulla composizione del [[Prodotto nazionale lordo]]. In base alla percentuale del PNL, la classifica dei principali beneficiari, secondo dati [[2012]] (fonte [[Banca mondiale]]), risultano essere la seguente<ref name="Remittances Data World Bank"/>:
|}
 
=== Benefici economici ===
 
Poiché i beneficiari di rimesse hanno un'alta propensione a essere titolari di un [[conto corrente bancario]], il fenomeno dei flussi di rimesse dall'estero favorisce un accesso più diffuso ai [[servizi finanziari]], sia da parte di chi invia sia da parte di chi riceve, un aspetto essenziale della capacità della [[leva finanziaria|leva delle rimesse]] di promuovere [[sviluppo economico]]<ref name="siteresources.worldbank.org"/>.
== Voci correlate ==
 
* [[Migrazioni dell'uomo]]
* [[Migrant banking]]
 
[[Categoria:Economia internazionale]]
[[Categoria:Economia dello sviluppo]]
[[Categoria:Liste di stati]]
Utente anonimo