Differenze tra le versioni di "Rimessa"

723 byte aggiunti ,  7 anni fa
Il fenomeno delle rimesse non appartiene al solo mondo [[globalizzazione|globalizzato]], ma risale piuttosto indietro nel tempo, essendo sempre stato in normale concomitanza con le [[Migrazioni dell'uomo|migrazioni terrestri]] che hanno sempre fatto parte della [[storia umana]]. Economie di molti [[Stati europei]], come [[Economia della Spagna|Spagna]], [[Economia italiana|Italia]], e [[Economia dell'Irlanda|Irlanda]], hanno fatto grande affidamento, nel [[XIX secolo|XIX]] e [[XX secolo]], sulle rimesse prodotte dai loro emigranti (molti dei quali [[Immigrazione negli Stati Uniti d'America|stabilitisi negli Stati Uniti d'America]]). Per fare un esempio, nella [[Spagna]] del [[1946]] le rimesse estere davano conto di ben 21% del [[Conto delle partite correnti|bilancio delle partite correnti]]<ref>{{lingue|es}} [http://remesas.org/files/WP4_invenci_n_codesarrollo_ST.pdf/ Emigrantes construyendo escuelas: La primera política oficial de codesarrollo], Remesas.org</ref>. Tutti questi paesi crearono apposite linee guida sulle rimesse, sviluppate dopo significativi sforzi di ricerca nel campo. Ad esempio, nel [[1901]] l'[[Italia]] fu il primo paese del mondo promulgare una legge che introduceva nell'ordinamento norme a protezione delle rimesse<ref>{{Lingue|es}} [http://remesas.org/files/La_primera_Ley_de_Remesas.pdf La primera Ley de remesas de la historia], Remesas.org</ref>, mentre la Spagna è stato la prima nazione del mondo a sottoscrivere un [[trattato internazionale]] (con l'[[Argentina]], nel [[1960]]) per ridurre il costo delle transazioni sulle rimesse in entrata{{citazione necessaria}}.
 
A partire dal [[2000]], le rimesse ha conosciuto un aumento notevolissimo a livello mondiale, arrivando a triplicare inil proprio volume nel [[2012]], quando i flussi si sono attestati su 529 miliardi di dollari americani. Nel 2012, i soli migranti dall'[[India]] e dalla [[China]] hanno inviato più di $130 miliardi vero i loro paesi d'origine<ref>[http://www.tageswoche.ch/+besxb The incredicle rise of migrants' remittances], TagesWoche.</ref>
 
Per quanto riguarda la provenienza dei flussi, in base ai dati disponibili, gli Stati Uniti sono stati la principale fonte di rimesse per tutti gli anni a partire dal [[1983]], quando ha scavalcato in graduatoria l'[[Arabia Saudita]]<ref name="Annual Remittances Data"/>. [[Federazione Russa]], [[Arabia saudita]], e [[Svizzera]], sono quelli che seguono immediatamente, per volume dei flussi di rimesse in uscita, a partire dal [[2007]]<ref name="Annual Remittances Data">[http://econ.worldbank.org/WBSITE/EXTERNAL/EXTDEC/EXTDECPROSPECTS/0,,contentMDK:22759429~pagePK:64165401~piPK:64165026~theSitePK:476883,00.html#Remittances Annual Remittances Data, updated as of October 2014, Outflows (current US$)]</ref>.
 
=== Principali paesi destinatari ===
Utente anonimo